Le Marche e Il Turismo Nautico, una risorsa per tutti

268

Meeting “TURISMO NAUTICO una risorsa del territorio marchigiano”: presentato a Marina Dorica “Approdare nelle Marche” il progetto per mettere insieme gli approdi marchigiani promosso da Marina Dorica d’intesa con la Regione Marche

 

Il 19 gennaio è stato presentato a Marina Dorica il progetto per il turismo nautico “Approdare nelle Marche“, l’iniziativa promossa da Marina Dorica d’intesa con la Regione Marche, è stata una occasione importante e ricca di idee e confronto che ha visto la partecipazione di tutti i 9 porti della regione Marche: Vallugola, Pesaro, Fano, Senigallia, Ancona, Numana, Civitanova, Porto San Giorgio, e San Benedetto del Tronto, con l’intenzione di unire le forze e promuovere insieme il turismo nautico nella regione, creando opportunità e vantaggi per il diportista in transito lungo la costa marchigiana. I diportisti potranno visitare la nostra bellissima regione passando dal mare alle montagne, scoprendo antichi borghi e città d’arte oltre a percorsi enogastonomici di eccellenza.

Sono intervenuti all’incontro: Leonardo Zuccaro, presidente di Marina Dorica, Walter Vassallo per i Blue Marina Awards, Carlo Mancini presidente del consorzio Ancona in Vela, Paola Marchegiani per la Regione Marche, Francesco Di Filippo per Assonautica Italiana e il presidente di Assonautica Ancona, Gianfranco Iacobone. Presente anche l’assessore al turismo Daniele Berardinelli del Comune di Ancona. Tra gli interventi, segn aliamo di seguito quelli più significativi per spiegare il progetto nel dettaglio.

 

Leonardo Zuccaro (Marina Dorica SpA) In questa occasione, ha raccontato l’esperienza vissuta dal Marina di Ancona negli anni delle restrizioni per il Covid – nei quali i diportisti hanno navigato lungo la costa italiana anziché quella croata, riscontrando un incrementato dei transiti del 40% – andando a visitare territori che offrono oltre a una costa suggestiva anche un entroterra ricco di arte, cultura e enogastronomia di alto livello.

 

Sul progetto, Gianfranco Iacobone, (Assonautica Ancona) ci ha spiegato come si potrebbe sviluppare la portualità turistica nelle Marche, promuovendo un dialogo continuo tra tutti i nove porti/approdi delle Marche e creare una offerta integrata e coordinata di turismo costiero con spunti per la visita degli attrattori turistici dell’entroterra.

I nove porti, questa è la proposta di Iacobone, si coordineranno creando un gruppo di lavoro e nominando un referente per ogni approdo, che attraverso piattaforme web promuovano anche una scontistica particolare per le soste delle barche al di fuori dell’altissima stagione e quindi del mese di agosto, garantendo mezzi di trasporto e guide turistiche per rendere operativo il progetto già dalla stagione estiva 2024.

 

Walter Vassallo, (I Blue Marina Awards)

Ideatore, fondatore e coordinatore dei Blue Marina Awards – l’iniziativa dei BMA che rappresenta un modello di collaborazione a supporto del raggiungimento del Piano del Mare oltre agli SDG delle Nazioni Unite e degli obiettivi della Commissione Europea in tema di blue economy, ha portato la sua esperienza su come i nostri porti possono essere centri di eccellenza nell’accoglienza turistica, nella sostenibilità, nell’innovazione. I Blue Marina Awards sono infatti allineati con il progetto Marchigiano di creare una rete di porti, supportano il ruolo dei porti turistici come volano per favorire la crescita, per valorizzare i territori, per essere porte di ingresso al turismo esperienziale, per arricchire il tessuto socio economico di tutta la regione.

Paola Marchegiani, Dirigente Turismo Regione Marche, ha sottolineato il ruolo importantissimo che il turismo nautico può avere per l’economia del territorio.

 

Luca Barbadoro (Svem) ha illustrato il rapporto SVEM 2023 sulla portualità turistica marchigiana, documento dal quale ha preso spunto l’iniziativa odierna.

 

Carlo Mancini Consorzio Ancona in Vela, ha raccontato l’esperienza de Campionato Italiano Classi Olimpiche Ancona 2023, sottolineando che Il turismo sportivo è diventato un fenomeno sempre più diffuso, grazie alla crescente richiesta di esperienze che combinano vacanza e sport.

 

Ha concluso: Francesco Di Filippo (Assonautica Italiana), promotore del progetto “Italia vista dal mare”) dopo aver manifestato l’interesse anche della Regione Abruzzo all’iniziativa ha tirato le conclusioni favorendo il dibattito degli stakeholders presenti.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here