“Ancona, che Maschera!”, il nuovo Carnevale della città

268

Domenica 11 febbraio la città ospita “Ancona, che Maschera!”il nuovo Carnevale della città, una iniziativa voluta dall’Amministrazione comunale per coinvolgere tutti i cittadini e renderli protagonisti di una grande festa in centro, soprattutto grazie alla sfilata di maschere.

L’evento è stato presentato questa mattina in Comune nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte l’assessore Angelo Eliantonio, organizzatore dell’evento, insieme con gli assessori alle Politiche educative Antonella Andreoli, all’Università e politiche giovanili Marco Battino, al Turismo e partecipazione democratica Daniele Berardinelli.

Il Corteo

Il corteo degli iscritti al concorso partirà alle 15,30 da piazza del Papa. L’appuntamento con le maschere per l’allestimento della sfilata sarà comunicato singolarmente a tutti alla chiusura delle iscrizioni. Il corteo sfilerà lungo corso Garibaldi fino ad arrivare al banco di giuria in piazza Cavour, dove saranno decretati i vincitori.

Nel corso della sfilata tutte le maschere non iscritte, i cittadini e i visitatori attenderanno e festeggeranno il corteo lungo il percorso.

Quattro le categorie in gara, che si aggiudicheranno un premio: la migliore maschera singola, la più bella maschera di gruppo, la migliore maschera del rione, la migliore maschera presentata dagli studenti di ogni ordine e grado, Università compresa.

Per quanto riguarda le scuole, il Comune ha inviato una circolare a tutti gli istituti comprensivi. Si è già iscritta la primaria De Amicis, che parteciperà con costumi dei balli tradizionali marchigiani. Hanno comunicato che stanno preparando le proprie adesioni e i propri costumi altri istituti, come la primaria Faiani, la primaria Antognini, l’intero Istituto comprensivo Posatora Piano Archi e il liceo artistico Mannucci. Il liceo artistico sarà rappresentato dagli studenti del primo biennio e dai loro compagni con disabilità, un gruppo creativo e inclusivo che testimonierà la speranza di un mondo migliore. Gran parte delle scuole, tutte aderenti al programma Eco school, parteciperà con temi di ecologia e temi ambientali.

Per quanto riguarda l’Università, hanno dimostrato grande interesse all’adesione alcune delle associazioni studentesche, che stanno attualmente preparando la loro partecipazione.

Concorso delle maschere e premi

Per partecipare al concorso è necessario iscriversi compilando il form on-line. Ecco il link attraverso il quale cittadini singoli o in gruppo, quartieri, frazioni, universitari e scuole si possono iscrivere per partecipare al concorso maschera di carnevale:

https://comuneancona.elixforms.it/rwe2/module_preview.jsp?MODULE_TAG=MASCHERE

Il link sarà operativo fino a martedì 6 febbraio ore 18.00.

I premi previsti sono i seguenti: Criluma Viaggi, 3 ticket per una corsa sul treno storico; In Lingua School, voucher per 5 lezioni d’inglese; Padel Ancona SSD, voucher per 6 partite e gadget; Salumificio di Offagna, prodotti tipici.

Regolamento e premi saranno disponibili sul sito istituzionale del Comune di Ancona, in un’apposita sezione raggiungibile dall’Home page (www.comuneancona.it ).

Il programma e gli eventi del pomeriggio:

  • Alle ore 15,30 avrà inizio la sfilata in maschera da piazza del Papa, che arriverà in piazza Cavour, attraversando corso Garibaldi.

  • In piazza Cavour sono previsti spettacoli di magia, giocolieri e musica con la Bontempi Toys Ancona Band. Tra le novità di quest’anno, infatti, c’è anche la nascita di questa band, creata per l’occasione sulla scia della Bontempi Playtoy Orchestra, il primo gruppo che suona esclusivamente strumenti giocattolo, che sarà reduce da San Remo dove si esibirà come partner ufficiale. La Bontempi fornirà gli strumenti musicali giocattolo al Liceo musicale Rinaldini di Ancona, con i quali undici studenti saliranno sul palco e presenteranno un repertorio festoso per allietare il pomeriggio.

  • Alle ore 18,30 sempre in piazza Cavour andrà in scena “Fuoco”, spettacolo della Compagnia dei Folli. “Fuoco” è uno spettacolo che coinvolge tutti i sensi, dove il fuoco è protagonista. Si susseguiranno coreaografie di tearo danza, di fuoco e pirotecnica, di trampoli e macchine sceniche che accompagneranno lo spettatore in un viaggio fantasticoattraverso personaggi ed eroi mitologici: da Prometeo, eroe mitologico che rubò il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, all’Araba Fenice, uccello di fuoco che brucia, per poi risorgere dalle sue ceneri, ai quattro nani che forgeranno il mondo nella grotta del dio Vulcano fino alla battaglia finale dove gli dei contenderanno il fuoco agli uomini.

Sosta e navette

In occasione dell’evento saranno predisposte navette dedicate tra il parcheggio degli Archi e Piazza Cavour e saranno aperti tutti i parcheggi di M&P alle normali tariffe di ingresso, mentre le strisce blu, trattandosi di una domenica, saranno gratuite.

ANCONA, CHE MASCHERA! LE DICHIARAZIONI DEGLI ASSESSORI

Assessore ai Grandi eventi Angelo Eliantonio

Abbiamo fatto la scelta precisa di tornare a celebrare il carnevale nel periodo in cui si festeggia in tutti gli altri luoghi, così come è stata una scelta precisa quella di far sfilare soprattutto gli anconetani e tutti coloro i quali vivono la città per diverse ragioni.

Per questo ringrazio anche gli assessori Battino e Andreoli, che hanno lavorato alla costruzione di questo progetto affinché si riuscissero a integrare nel miglior modo possibile anche tutti gli studenti, anconetani e non, e soprattutto gli studenti universitari, perché noi crediamo fortemente nella piena integraizone del mondo universitario all’interno della vita della città.

Assessore al Turismo e alla partecipazione democratica Daniele Berardielli

Comincia a percepirsi, anche nei comuni limitrofi, un segnale di cambiamento di mentalità nella nostra città. Ancona comincia a essere vista come una città dove ci sono delle iniziative e dove si può trascorrere qualche ora di divertimento in occasione degli eventi, perché questi sono organizzati bene. Sottolineo, ad esempio, l’importanza delle navette, che in questo caso servono proprio a far capire che il parcheggio degli Archi può svolgere una funzione importante anche nei giorni festivi. Noi ci auguriamo che al Carnevale ci sia una partecipazione da parte di tutta la città. Quello di domenica 11 è l’evento principale, ma sottolineo che il Comune di Ancona, attraverso l’assessorato alla Partecipazione democratica, sta lavorando anche per altre iniziative, a dimostrazione di un’attenzione dell’Amministrazione a 360 gradi. Abbiamo patrocinato, per esempio, l’iniziativa Carnevalando per il giorno 10 dalle 15 alle 18,30 a San Gaspare del Bufalo, quindi non ci sono iniziative fatte solo nel centro città, ma anche nei quartieri.

Assessore alle Politiche educative Antonella Andreoli

Come assessorato alle Politiche educative abbiamo inviato una circolare a tutti gli Istituti comprensivi , che è stata poi diffusa ai genitori. Si è già iscritta la scuola De Amicis e altri Istituti, come come la primaria Faiani, la primaria Antognini, l’intero Istituto comprensivo Posatora Piano Archi e il liceo artistico Mannucci stanno preparando la propria adesione. E’ importante il fatto che molti si presenteranno con un tema ecologico e questo significa che, anche come aderenti al programma Eco School, avranno una ulteriore occasione per portare il tema dell’ambiente anche nel carnevale. Questa sarà dunque anche un’occasione per le scuole per ritrovarsi insieme con divertimento, ma anche con una funzione più educativa con temi importanti.

Assessore all’Università e alle politiche giovanili Marco Battino

Abbiamo lavorato in maniera molto importante in questi giorni per questo evento. Credo che il messaggio significativo rispetto ai giovani sia quello di avere avuto un approccio trasversale rispetto all’età. Io mi concentrerò ovviamente in particolare sulla dimensione universitaria e sulle politiche giovanili, ma è chiaro che il Carnevale è la festa di tutti. Il logo di Ancona Città Universitaria che l’assessore Eliantonio ha voluto sulla locandina testimonia che tutti gli universitari sono considerati parte integrante di questo evento. In questi giorni ho cercato di coinvolgere le associazioni studentesche, oltre che informare l’Università e insieme decidere come muoverci. Ci è stato comunicato da Erasmus Student Network, l’associazione studentesca che unisce gli studenti Erasmus nel loro percorso ad Ancona, che parteciperanno, che saranno iscritti e sflileranno all’interno della nostra manifestazione. Questo penso che sia già un bellissimo messaggio, perché non solo andiamo ad integrarci come città con gli studenti universitari, ma facciamo ancora di più per gli studenti stranieri che per un periodo del loro percorso di studi saranno ad Ancona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here