Ferretti Group rivavi per €1.110,9 milioni

298

Il Consiglio di Amministrazione di Ferretti S.p.A. (la “Società”) ha approvato i principali dati finanziari consolidati preliminari al 31 dicembre 2023:

milioni di euro   Dati al 31 dicembre 2023
   

2023

 

2022

 

Variazione1 2023 vs. 2022

Ricavi netti nuovo2 1.110,9 996,1 +11,5%
EBITDA adj3 169,2 140,0 +20,9%
Utile netto 83,5 60,5 +38,0%
Posizione finanziaria netta 281,1 365,0

 

L’avv. Alberto Galassi, Amministratore Delegato del Gruppo, ha dichiarato: “Il 2023 di Ferretti Group è stato un anno straordinario per i numeri e gli obiettivi raggiunti. Sottolineo la grande importanza della quotazione su Euronext Milan nel mese di giugno che ha registrato un forte riconoscimento positivo da parte della comunità finanziaria.

I risultati che presentiamo oggi evidenziano una notevole crescita dei principali indicatori economico-finanziari e due record assoluti nella nostra storia recente: un portafoglio ordini che tocca quota 1,5 miliardi di euro e una marginalità del 15,2%, a conferma della solidità della strategia commerciale e industriale annunciata a marzo 2022.

Questi dati estremamente positivi daranno sostanza e qualità a un ulteriore rafforzamento dei nostri brand, con investimenti in ricerca, innovazione e sostenibilità. Al Salone Nautico di Düsseldorf abbiamo presentato Riva El-Iseo, il primo motoscafo full electric con cui Riva inaugura il nuovo segmento E-Luxury, a testimonianza del continuo impegno da parte di Ferretti Group per una navigazione sempre più sostenibile”.

 Raccolta ordini, portafoglio ordini e panoramica dei ricavi

Raccolta ordini

Nel 2023 la raccolta ordini è stata pari a €1.120,4 milioni, circa in linea con l’anno 2022, e con un significativo aumento rispetto all’anno precedente del segmento Composite yachts specialmente per le imbarcazioni sopra gli 80 piedi che ricordiamo godono di una profittabilità elevata in linea con quella del segmento Made-to-measure.

Raccolta ordini per segmento

La tabella seguente mostra la ripartizione della raccolta ordini per tipologia di produzione:

 

milioni di euro   Raccolta ordini per segmento  
   

2023

% della raccolta

ordini

 

2022

% della raccolta

ordini

Variazione5 2023 vs. 2022
Composite yachts 527,2 47,1% 462,8 39,8% +13,9%
Made-to-measure yachts 423,0 37,8% 495,1 42,6% -14,6%
Super yachts 149,5 13,3% 204,6 17,6% -26,9%
Altri business6 20,7 1,8% 0 0% nm
Totale 1.120,4 100,0% 1.162,5 100,0% -3,6%

 

Il segmento Composite yachts ha totalizzato €527,2 milioni nel 2023, pari a circa il 47,1% della raccolta ordini totale (da €462,8 milioni, pari a circa il 39,8% della raccolta ordini totale nel 2022).

 

Il segmento Made-to-measure yachts ha totalizzato €423,0 milioni nel 2023, pari a circa il 37,8% della raccolta ordini totale (da €495,1 milioni, pari a circa il 42,6% della raccolta ordini totale nel 2022).

Il segmento Super yachts ha totalizzato €149,5 milioni nel 2023, pari a circa il 13,3% della raccolta ordini totale (da €204,6 milioni, pari a circa il 17,6% della raccolta ordini totale nel 2022).

Il segmento altri business ha totalizzato €20,7 milioni nel 2023, pari a circa l’1,8% della raccolta ordini totale.

Raccolta ordini per area geografica

La ripartizione della raccolta ordini per area geografica è la seguente:

 

 

 

milioni di euro   Raccolta ordini per area geografica
   

2023

% della raccolta

ordini

 

2022

% della raccolta

ordini

Variazione8 2023 vs. 2022
 

Europa

 

483,6

 

43,2%

 

446,5

 

38,4%

 

+8,3%

MEA 273,8 24,4% 241,8 20,8% +13,2%
APAC 65,8 5,9% 74,7 6,4% -11,9%
AMAS 297,1 26,5% 399,4 34,4% -25,6%
Totale 1.120,4 100,0% 1.162,5 100,0% -3,6%

 

La regione Europa ha raggiunto €483,6 milioni, pari a circa il 43,2% della raccolta ordini del 2023 (da €446,5 milioni, pari a circa il 38,4% della raccolta ordini del 2022).

La regione MEA ha raggiunto €273,8 milioni, pari a circa il 24,4% della raccolta ordini del 2023 (da €241,8 milioni, pari a circa il 20,8% della raccolta ordini del 2022).

La regione APAC ha raggiunto €65,8 milioni, pari a circa il 5,9% della raccolta ordini del 2023 (da €74,7 milioni, pari a circa il 6,4% della raccolta ordini del 2022).

La regione AMAS ha raggiunto €297,1 milioni, pari a circa il 26,5% della raccolta ordini del 2023 (da €399,4 milioni, pari al 34,4% della raccolta ordini del 2022).

 

 

Portafoglio ordini

Al 31 dicembre 2023 il portafoglio ordini ammontava a €1.491,1 milioni, in crescita del 15,1% rispetto al 31 dicembre 2022 (€1.295,6 milioni).

 

 

Portafoglio ordini per segmento

La tabella seguente mostra la ripartizione del portafoglio ordini per tipologia di produzione:

 

 

 

milioni di euro Portafoglio ordini per segmento

 

 

   

2023

% del portafoglio ordini totale  

2022

% del portafoglio ordini totale Variazione10 2023 vs. 2022
Composite yachts 460,9 30,9% 339,1 26,2% +35,9%
Made-to-measure yachts 554,6 37,2% 517,1 39,9% +7,3%
Super yachts 418,0 28,0% 384,6 29,7% +8,7%
Altri business11 57,7 3,9% 54,8 4,2% +5,3%
Totale 1.491,1 100,0% 1.295,6 100,0% +15,1%

 

Il segmento Composite yachts ha raggiunto €460,9 milioni al 31 dicembre 2023, pari a circa il 30,9% del portafoglio totale (da €339,1 milioni, pari a circa il 26,2% del portafoglio totale al 31 dicembre 2022).

Il segmento Made-to-measure yachts ha raggiunto €554,6 milioni al 31 dicembre 2023, pari a circa il 37,2% del portafoglio totale (da €517,1 milioni, pari a circa il 39,9% del portafoglio totale al 31 dicembre 2022).

Il segmento Super yachts ha raggiunto €418,0 milioni al 31 dicembre 2023, pari a circa il 28,0% del portafoglio totale (da €384,6 milioni, pari a circa il 29,7% del portafoglio totale al 31 dicembre 2022).

Il segmento altri business ha raggiunto €57,7 milioni al 31 dicembre 2023, pari a circa il 3,9% del portafoglio totale (da €54,8 milioni, pari a circa il 4,2% del portafoglio totale al 31 dicembre 2022).

Net Backlog

Il net backlog, che si calcola come il valore complessivo degli ordini in portafoglio di yacht non ancora consegnati, al netto dei ricavi già contabilizzati, si attesta a €858,0 milioni, in crescita del 14,3% rispetto ai €750,5 milioni del 31 dicembre 2022.

Ricavi netti nuovo

I ricavi netti nuovo complessivi del Gruppo sono aumentati di circa il 11,5%, passando da

€996,1 milioni del 2022 a €1.110,9 milioni del 2023, grazie al contributo degli ordini raccolti nel 2022 e nel 2023.

Ricavi netti nuovo per segmento

 

La tabella seguente mostra la ripartizione dei ricavi netti nuovo per tipologia di produzione:

milioni di euro                                Ricavi netti nuovo per segmento         
   

2023

% sui ricavi netti nuovo

totali

 

2022

% sui ricavi netti nuovo

totali

Variazione13 2023 vs. 2022
Composite yachts 491,8 44,3% 412,1 41,3% +19,3%
Made-to-measure yachts 440,3 39,6% 433,0 43,5% +1,7%
Super yachts 117,6 10,6% 95,4 9,6% +23,3%
Altri business14 61,3 5,5% 55,6 5,6% +10,3%
Totale 1.110,9 100,0% 996,1 100,0% +11,5%

 

Il segmento Composite yachts ha raggiunto €491,8 milioni, pari a circa il 44,3% dei ricavi totali, nel 2023 (da €412,1 milioni, pari a circa il 41,3% dei ricavi totali, nel 2022).

Il segmento Made-to-measure yachts ha raggiunto €440,3 milioni, pari a circa il 39,6% dei ricavi totali, nel 2023 (da €433,0 milioni, pari a circa il 43,5% dei ricavi totali, nel 2022).

Il segmento Super yachts ha raggiunto €117,6 milioni, pari a circa il 10,6% dei ricavi totali, nel 2023 (da €95,4 milioni, pari a circa il 9,6% dei ricavi totali, nel 2022).

Il segmento altri business ha raggiunto €61,3 milioni, pari a circa il 5,5% dei ricavi totali, nel 2023 (da €55,6 milioni, pari a circa il 5,6% dei ricavi totali, nel 2022).

Ricavi netti nuovo per area geografica

La ripartizione dei ricavi netti nuovo per area geografica è la seguente:

milioni di euro   Ricavi netti nuovo per area geografica
   

2023

% sui ricavi

netti nuovo totali

 

2022

% sui ricavi

netti nuovo totali

Variazione16 2023 vs. 2022
 

Europa

 

480,1

 

43,2%

 

468,2

 

47,0%

 

+2,5%

 

MEA 212,3 19,1% 87,2 8,8% +143,5%
APAC 98,2 8,8% 72,1 7,2% +36,2%
AMAS 320,4 28,9% 368,6 37,0% -13,1%
Totale 1.110,9 100,0% 996,1 100,0% +11,5%

 

La regione Europa ha raggiunto €480,1 milioni, pari a circa il 43,2% dei ricavi totali del 2023 (da €468,2 milioni, pari a circa il 47,0% dei ricavi totali del 2022).

La regione MEA ha raggiunto €212,3 milioni, pari a circa il 19,1% dei ricavi totali del 2023 (da

€87,2 milioni, pari a circa l’8,8% dei ricavi totali del 2022).

La regione APAC ha raggiunto €98,2 milioni, pari a circa l’8,8% dei ricavi totali del 2023 (da

€72,1 milioni, pari a circa il 7,2% dei ricavi totali del 2022).

La regione AMAS ha raggiunto €320,4 milioni, pari a circa il 28,9% dei ricavi totali del 2023 (da €368,6 milioni, pari a circa il 37,0% dei ricavi totali del 2022).

Risultati operativi e netti consolidati

EBITDA adjusted

L’EBITDA adjusted del Gruppo per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2023 è stato pari a

€169,2 milioni, con un incremento di circa il 20,9% rispetto all’esercizio 2022 che era stato pari a €140,0 milioni. L’EBITDA adjusted margin17 è 15,2%, in aumento di 110 punti base rispetto ai 14,1% al 31 dicembre 2022.

Questo ottimo risultato conferma la bontà della strategia commerciale e industriale che ha visto il Gruppo mantenere un forte potere negoziale sui prezzi, consolidarsi nel segmento più redditizio, il Made-to-measure, e assorbire più efficientemente i costi fissi in aggiunta ad una maggior capacità di economia di scala negli acquisti.

Utile netto

L’utile del Gruppo per il 2023 è stato di €83,5 milioni, in aumento del 38,0% rispetto ai

€60,5 milioni del 2022.

 

 

Panoramica delle voci dello stato patrimoniale consolidato

Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali

Gli investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali al 31 dicembre 2023 sono stati di

€147,1 milioni, di cui €22,9 milioni destinati al mantenimento dell’attività produttiva già in essere e all’innovazione del portafoglio prodotti e €124,2 milioni relativi all’attività espansiva di business, per la maggior parte dedicati e all’acquisizione e messa in operatività del cantiere di Ravenna.

Posizione finanziaria netta consolidata

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2023 era di €281,1 milioni di liquidità netta rispetto a €365,0 milioni di liquidità netta al 31 dicembre 2022.

Capitale circolante netto

Il net working capital al 31 dicembre 2023 era negativo per €29,7 milioni, in aumento rispetto all’anno precedente, principalmente per essere in grado di soddisfare adeguatamente la prossima stagione di consegne in area Europe & Middle East.

Guidance 2024 e conferma della guidance di medio termine

 

  2022 2023 2024 Target di medio periodo
 

Ricavi Netti Nuovo (€ milioni)

 

 

€996,1

 

€1.110,9

+11,5%

 

1.220 – 1.240

+9,8% – +11,6%

c. 10% CAGR organico con un’ulteriore potenziale crescita da

M&A

Adjusted EBITDA

(€ milioni)

 

€140,0

€169,2

+20,9%

195 – 200

+15,2% – +18,2%

 
Adjusted EBITDA margin

(%)

 

14,1%

15,2%

+110bps

16,0% – 16,1%

+80bps – +90bps

Superiore al 18,5%

 

Eventi significativi verificatisi nel 2023

Il 21 marzo 2023 si è svolto a Milano il primo Capital Markets Day organizzato dal Gruppo, dove ha fornito la guidance a medio termine.

Il Gruppo ha raggiunto un accordo con Rosetti Marino S.p.A. per l’acquisizione del Cantiere San Vitale, a Ravenna, di 70.000 metri quadrati al fine di aumentare la capacità produttiva del Gruppo di circa il 20%.

Il 27 giugno 2023, le azioni della Società sono state quotate anche su Euronext Milan, mercato gestito da Borsa Italiana S.p.A. completando così il primo dual listing tra Euronext Milano e il Hong Kong Stock Exchange.

Eventi significativi verificatisi dopo il 31 dicembre 2023

 Nella seconda metà del mese di gennaio 2024, la Società ha sottoscritto un accordo per l’acquisizione di ulteriori 30.000 metri quadrati adiacenti al Cantiere San Vitale, che portano a circa 100.000 metri quadrati l’intera nuova area produttiva di Ravenna per la produzione dei segmenti Made-to measure, Composite e Vela dei marchi Ferretti Yachts e Wally.

Quest’ultima acquisizione equivale ad un investimento di circa €14 milioni, già esborsati nel 2023, per aumentare ulteriormente la capacità produttiva del Gruppo di un 10%.

Nel mese di gennaio 2024, in occasione del Salone Nautico di Düsseldorf, il Gruppo ha presentato Riva El-Iseo, frutto dell’unione di eleganza intramontabile, tecnologia di ultima generazione e attenzione alla sostenibilità. Dopo la presentazione a settembre 2022 al Monaco Yacht Show del prototipo, a conclusione positiva di un ciclo di complessi test tecnici e di affidabilità, il primo modello del segmento E-Luxury è pronto per la commercializzazione.

Outlook

L’industria globale degli yacht di lusso ha continuato a crescere solidamente per tutto il 2022 e il 2023. Ancora una volta, l’industria mondiale degli yacht di lusso si è dimostrata resistente di fronte all’incertezza geopolitica, sottolineando la sua stabilità e forza. In questo contesto, il Gruppo ha continuato a fornire prestazioni eccellenti, guadagnando costantemente quote di mercato e rafforzando la sua posizione strategica non solo nei segmenti di alto valore, ma anche in nuovi segmenti emergenti e a forte crescita. Per continuare a sfruttare le tendenze di crescita previste per l’industria mondiale degli yacht di lusso, migliorando la sua proposta di valore e rafforzando la sua capacità di resilienza complessiva, i piani futuri del Gruppo si basano sui seguenti pilastri strategici:

  • Migliorare ed ampliare la propria offerta e il proprio mix di prodotti in anticipo rispetto all’evoluzione delle tendenze di mercato e delle aspettative dei clienti, con l’obiettivo di consolidare la propria posizione di leadership di mercato che nel 2023 è ulteriormente cresciuta al 15,8% dal 14,9% del 2022 sia nel segmento Composite yachts sia in quello Made- to-measure yachts, concentrandosi sui segmenti con il più alto potenziale di crescita e marginalità.
  • Continuare a investire nell’innovazione, nelle tecnologie e nei prodotti con l’obiettivo di fornire un’esperienza di navigazione più responsabile dal punto di vista ambientale, grazie all’uso sapiente di materiali e processi più sostenibili volti a ridurre l’impatto ambientale dei
  • Estendere la sua offerta Made-to-measure verso gli yacht in lega di maggiori dimensioni, sviluppando nuovi modelli di super yacht con scafo in lega con gli iconici marchi Riva, Wally, Pershing e Custom
  • Ampliare i servizi di intermediazione, noleggio e gestione di yacht e i servizi di post-vendita e refitting, espandere le attività di brand extension e licensing ed espandersi ulteriormente nel mercato della sicurezza e del
  • Continuare a investire nell’internalizzazione di attività ad alto valore aggiunto per sostenere la sua crescita futura e l’espansione del portafoglio prodotti.

I risultati del Gruppo non sono soggetti a stagionalità, ad eccezione della concentrazione delle consegne nella stagione estiva settentrionale (maggio-agosto) e, in misura minore, nella stagione estiva meridionale (novembre-gennaio), soprattutto per i Composite yachts.

Dimissioni dei consiglieri Li Xinghao e Hua Fengmao e cooptazione dei consiglieri Zhang Quan e Zhu Yi

A seguito delle dimissioni dei consiglieri Li Xinghao (amministratore non esecutivo) e Hua Fengmao (amministratore indipendente non esecutivo), per sopravvenuti impegni lavorativi e personali, con effetto dalla data odierna, il Consiglio di Amministrazione ha nominato per cooptazione ai sensi dell’art. 2386 cod. civ. Zhang Quan e Zhu Yi, entrambi amministratori non esecutivi.

Il Consiglio di Amministrazione, sulla base delle dichiarazioni rese e delle informazioni a disposizione della Società, ha accertato la sussistenza dei requisiti di onorabilità di cui all’art. 147- quinquies del TUF in capo a Zhang Quan e Zhu Yi e che a loro carico non sussiste alcuna delle cause di ineleggibilità previste dalla legge e ha accertato, altresì, la sussistenza dei requisiti di indipendenza in capo a Zhu Yi previsti dal combinato disposto degli artt. 147-ter, comma 4, e 148, comma 3, del TUF, e dalle raccomandazioni n. 6 e 7 di cui all’art. 2 del Codice di Corporate Governance nonché dai criteri indicati nella “Rule 3.13 of the Rules Governing the Listing of Securities on the Stock Exchange” secondo la Legge di Hong Kong.

Ai neo-nominati consiglieri Zhang Quan e Zhu Yi – che resteranno in carica sino alla prossima Assemblea dei soci – è riconosciuto il medesimo emolumento spettante a ciascun amministratore, oltre naturalmente al rimborso delle spese sostenute in ragione dell’esercizio della carica.

Zhang Quan e Zhu Yi hanno dichiarato che, alla data odierna, non detengono alcuna partecipazione nella Società e nel Gruppo, anche ai sensi del Part XV of the Securities and Futures Ordinance (Chapter 571 of the Laws of Hong Kong) così come i consiglieri dimissionari Li Xinghao e Hua Fengmao. Poiché il consigliere dimissionario Li Xinghao svolgeva altresì il ruolo di segretario del Consiglio di Amministrazione, è stato nominato in sostituzione Ma Jun.

Nuova composizione dei Comitati endoconsiliari

 Tenuto conto che Li Xinghao era anche membro del Comitato Controllo e Rischi e Hua Fengmao era membro del Comitato del Comitato Controllo e Rischi, del Comitato Nomine, del Comitato Remunerazione, del comitato Nomine e del Comitato Sostenibilità, il Consiglio di Amministrazione ha provveduto a rivedere la composizione dei comitati come segue:

Comitato Controllo e Rischi: Patrick Sun (Presidente, indipendente), Jiang Lan (non esecutivo), Zhu Yi (indipendente) e Stefano Domenicali (indipendente). Al riguardo, il Consiglio di Amministrazione ha accertato che Patrick Sun è in possesso dei requisiti di conoscenza e competenza in materia contabile e finanziaria e di gestione dei rischi.

Comitato Nomine: Tan Xuguang (Presidente, non esecutivo) Stefano Domenicali (indipendente), Alberto Galassi (esecutivo), Zhu Yi (indipendente), e Patrick Sun (indipendente).

Comitato Remunerazioni: Stefano Domenicali (Presidente, indipendente), Xu Xinyu (esecutivo), Piero Ferrari (non esecutivo), Zhu Yi (indipendente) e Patrick Sun (indipendente). Al riguardo, il Consiglio di Amministrazione ha accertato che Patrick Sun è in possesso dei requisiti di conoscenza e competenza in materia contabile e finanziaria e di politiche retributive.

Comitato Sostenibilità: Tan Xuguang (Presidente, non esecutivo), Xu Xinyu (esecutivo), Alberto Galassi (esecutivo), Piero Ferrari (non esecutivo), Zhang Quan (non esecutivo), Jiang Lan (non esecutivo) e Zhu Yi (indipendente).

Linee guida per il Management Incentive Plan (“MIP”)

 Il Management Incentive Plan (“MIP”) relativo alla quotazione sul mercato Euronext Milan avrà come obiettivo la premiazione dei manager che hanno avuto ruolo rilevante per il turnaround e la creazione di valore che hanno permesso il successo dell’IPO di Milano.

Il Piano di Incentivazione del Management sarà composto da due pilastri: un bonus in denaro e un Piano di Stock Option.

Il Consiglio di Amministrazione conferirà i poteri per l’attuazione del MIP, per l’identificazione dei beneficiari di ciascun pilastro e per la decisione dell’importo delle stock option e del bonus in denaro per ciascun beneficiario e della relativa tempistica, all’Amministratore Delegato Avv. Alberto Galassi e al Presidente Xu Xinyu.

Riacquisto delle azioni di Ferretti S.p.A.

 Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di implementare un piano di buy-back per, inter alia, le seguenti finalità (a) sostegno della liquidità sul mercato delle azioni emesse dalla Società e/o (b) operare sul mercato in un’ottica di investimento di medio e lungo termine e/o (c) impiegare risorse liquide in eccesso e/o (d) ottimizzare la struttura del capitale.

Il Consiglio di Amministrazione ha dato mandato all’Amministratore Delegato, Avv. Alberto Galassi, e al Direttore Esecutivo, Xu Xinyu, di preparare il piano di buyback e di sottoporlo all’approvazione del Consiglio di Amministrazione del 14 marzo 2024 e dell’Assemblea degli Azionisti del 22 aprile 2024.Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato sui seguenti dettagli del piano di buyback:

 

  • il numero massimo di azioni che possono essere acquistate equivale al 10% delle azioni ordinarie della Società;
  • l’impegno finanziario autorizzato per il riacquisto delle azioni equivale al prezzo di mercato non superiore al 105% del prezzo medio di chiusura dei 5 giorni antecedenti il riacquisto rilevante;
  • l’acquisto di azioni avverrà su entrambi i mercati, Hong Kong ed Euronext Milan;
  • il piano di buyback avrà durata massima di dodici mesi dall’approvazione della Assemblea degli

 

 

 

 

Ferretti Group

 

Forte dell’eredità della secolare tradizione nautica italiana, il Gruppo Ferretti è leader mondiale nella progettazione, costruzione e vendita di yacht a motore e da diporto di lusso, con un portafoglio unico di marchi prestigiosi ed esclusivi: Ferretti Yachts, Riva, Pershing, Itama, CRN, Custom Line e Wally. Guidato dall’Amministratore Delegato Avv. Alberto Galassi, il Gruppo Ferretti possiede e gestisce sette cantieri navali dislocati in tutta Italia che coniugano un’efficiente produzione industriale con un artigianato italiano di livello mondiale ed è in grado di raggiungere clienti in più di 70 paesi nel mondo grazie alla sua presenza diretta in Europa, Stati Uniti e Asia e alla sua rete di circa 60 concessionari terzi accuratamente selezionati. I motor yacht del Gruppo Ferretti, massima espressione del genio creativo e dell’eleganza Made in Italy, si distinguono da tempo per l’eccezionale qualità, le soluzioni tecnologiche all’avanguardia, i record di sicurezza e le eccellenti prestazioni in mare, oltre che per il design esclusivo e l’appeal senza tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here