City Green Light: protagonista a K.EY con l’innovazione al servizio dell’efficienza

202
Basilica Palladiana (photo credits Musei Civici di Vicenza)

Soluzioni per l’ottimizzazione degli asset urbani, comunità energetiche e strategie per promuovere l’uso razionale delle risorse. E ancora, sistemi di videosorveglianza e di illuminazione intelligente, mobilità sostenibile e smart city. Questi i temi portanti di City Green Light, E.S.Co attiva nella promozione di strumenti per l’efficientamento energetico, a KEY – The Energy Transition Expo. Dal 28 febbraio al 1° marzo, nel quartiere fieristico di Rimini.

L’azienda vicentina, principale player privato in Italia nella gestione degli impianti di pubblica illuminazione, sarà presente al più importante evento europeo dedicato all’efficienza energetica per incontrare il pubblico e gli operatori e fornire il proprio contributo attraverso soluzioni tecnologiche, best practice e talk di approfondimento. Con la partecipazione di relatori provenienti dal mondo accademico, e le testimonianze delle case history  dei comuni di Bellaria Igea Marina (RN) e Sant’Arsenio (SA).

 

Soluzioni tecnologiche in mostra

Valore fondante di City Green Light, l’innovazione al servizio dell’efficientamento energetico diventa sostanza nello stand 032 del padiglione B3, che ospiterà un’ampia area demo dove sarà possibile sperimentare il funzionamento delle soluzioni elaborate dall’azienda. Come Forthink, piattaforma avanzata per la gestione e l’ottimizzazione dei dati, che mira a trasformare gli input raccolti dal territorio in una risorsa strategica, una base solida per decisioni informate, adottando un approccio data-driven. Open Cer, infrastruttura software aperta e accessibile tramite app mobile e web, è stata invece progettata per facilitare la gestione delle Comunità Energetiche Rinnovabili, sia per i membri delle CER che per i loro referenti, offrendo un’interfaccia intuitiva e user-friendly, anche attraverso l’uso di meccanismi di gamification. Tra le diverse funzionalità, un algoritmo per la distribuzione dei benefici economici tra gli attori coinvolti e la possibilità di monitorare le prestazioni energetiche, ambientali ed economiche (individuali e della CER nel suo complesso). A K.EY anche LightAnalytics, che interpreta la mobilità urbana attraverso l’integrazione di strumenti tecnologici e metodologie avanzate, per la condivisione delle informazioni acquisite da tutte le infrastrutture di trasporto. Utilizzando dati di traffico, LightAnalytics permette di ottimizzare la progettazione illuminotecnica, offrendo risparmi energetici, maggiore sicurezza stradale e conformità normativa. Oltre a favorire una stretta integrazione tra urbanistica e illuminotecnica, consentendo alle amministrazioni locali di razionalizzare i Piani della Luce. Per quanto riguarda la videosorveglianza, infine, City Green Light porterà a Rimini AI VS, un sistema all’avanguardia che sfrutta l’energia solare, il 4G e il cloud, con telecamere dotate di intelligenza artificiale che possono essere facilmente spostate per svolgere diverse tipologie di analisi. Caratterizzata da una grande semplicità d’uso e d’installazione, Ai VS garantisce un’infrastruttura informatica di eccellenza, con alti standard di Service Level Agreement (SLA), costantemente aggiornata e manutenuta.

 

Formazione e informazione per la transizione energetica e digitale

Consapevole della necessità di promuovere una migliore cultura dell’efficienza per accelerare la transizione energetica e digitale, City Green Light proporrà all’interno del suo stand due appuntamenti di formazione e informazione. L’importanza dei dati nella gestione degli asset urbani sarà protagonista del talk del 28 febbraio (ore 14.30) “Data empowerment lab: la rivoluzione dei dati nella gestione degli asset urbani“, realizzato in collaborazione con Università degli Studi dell’Insubria. Durante il talk sarà presentata anche l’innovativa data plattform Forthink, realizzata da City Green Light in collaborazione con gli studenti dell’Università degli Studi dell’Insubria che, grazie a un project work sulla valorizzazione dei dati, ne hanno firmato il co-design. Alla creazione delle comunità energetiche e alle implicazioni legate all’autoconsumo a distanza sarà invece dedicato l’evento del 29 febbraio (ore 12) “Dalla teoria alla pratica: implementare con successo comunità energetiche rinnovabili, autoconsumo a distanza e generazione distribuita”, caratterizzato da un approccio pragmatico con approfondimenti sul quadro normativo, sugli attori chiave e sull’analisi di casi reali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here