Codici Ancona denuncia Meta per trattamento illegale dei dati degli utenti e pratiche commerciali scorrette

299

Codici Ancona, associazione no profit per la difesa dei diritti del Cittadino consumatore utente, denuncia il comportamento scorretto di Meta, proprietaria di Facebook e Instagram, nei confronti dei suoi utenti

L’azienda è stata accusata di trattare i dati personali dei consumatori illecitamente dal 2018, in violazione del GDPR (General Data Protection Regulation).
Fornire informazioni fuorvianti e incomplete ai consumatori in merito al
trattamento dei loro dati personali. Sottoporre i consumatori a pratiche commerciali scorrette, costringendoli a scegliere tra pagare un contributo annuale per utilizzare Facebook e Instagram senza pubblicità o acconsentire al trattamento dei propri dati per scopi commerciali.
Le conclusioni di un’ indagine condotta dal BEUC (Bureau Européen des Unions de
Consommateurs) e dai suoi membri, tra cui il DPC (Data Protection Commissioner)
irlandese e la CGUE (Corte di Giustizia dell’Unione Europea), sono le seguenti:
I consumatori europei non hanno dato il loro libero consenso al trattamento dei
propri dati personali da parte di Meta che  sta trattando i dati personali dei consumatori in modo illegale.
I consumatori potrebbero avere diritto a un risarcimento danni da parte di Meta.
Meta non ha una base giuridica valida per il trattamento dei dati personali dei
consumatori, afferma Massimo Guido Conte, segretario di Codici Ancona, e viola i
principi di protezione dei dati del GDPR, che sono: l’obbligo al trattamento corretto
e trasparente dei dati, il principio di limitazione e minimizzazione degli stessi. Del
resto si sa: se non stai pagando per un prodotto, allora il prodotto sei tu.
L’;avvocato Larocca, esperto in diritto dei consumatori, aggiunge: La scelta di Meta di bloccare parzialmente l’;uso di Facebook e Instagram finché gli utenti non
acconsentono al trattamento dei dati per scopi commerciali è una pratica
aggressiva ai sensi del diritto europeo dei consumatori. Si spingono i consumatori
a fare una scelta che potrebbero non voler prendere, in quanto, sottoscrivendo
l’abbonamento, gli utenti potrebbero erroneamente ritenere di avere maggiore
privacy, con un minor tracciamento, mentre è molto probabile che i dati personali
degli utenti continuino a essere raccolti ed utilizzati per altri scopi.
Codici Ancona chiede a Meta di:
Ottenere il consenso libero e informato dei consumatori per il trattamento dei
propri dati personali.
Rendere le sue pratiche di trattamento dei dati conformi al GDPR.
Risarcire i consumatori per i danni causati dal trattamento illegale dei loro dati
personali.
Cessare le pratiche commerciali scorrette attuate nei confronti dei consumatori.
Codici Ancona è a disposizione dei consumatori per fornire assistenza e
consulenza in merito al trattamento dei dati personali da parte di Meta. Conte, invita
inoltre i consumatori a segnalare a Codici Ancona eventuali violazioni del GDPR da
parte di Meta.
Contatti: codici.ancona@codici.org; Telefono: 3792609884
Per approfondire:
BEUC – Choose to Lose with Meta: https://www.beuc.eu/choose-to-Lose-with-Meta
GDPR-info.eu: https://gdpr-info.eu/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here