La logistica riguarda tutti ogni giorno

237
Tutta la filiera della logistica sostenibile riguarda la vita di tutti ogni giorno, da vicino, anche se non sempre il settore riesce ad essere compreso bene oltre gli addetti ai lavori. È uno dei temi di dibattito della seconda giornata di LetExpo, la manifestazione promossa da Alis (Associazione logistica dell’intermodalità sostenibile) fino al 15 marzo a Veronafiere. All’incontro “La persona come valore aggiunto per aziende, società e territori”, moderato da Massimo Giletti, spiega infatti Alessandro Morelli, sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri: “Si può puntare sulla comunicazione per tutta la filiera, che spazia dal trasporto marittimo all’ultimo dei van che porta prodotti nei nostri mercati e supermercati. Abbiamo visto durante il periodo drammatico del Covid come la filiera abbia dimostrato tutte le sue qualità. Se mia madre Angela di 76 anni- è l’esempio concreto del sottosegretario- è riuscita a comprare la scatoletta di tonno a 1,20 euro esattamente come prima, è merito di un’intera filiera, in questo senso- rimarca Morelli- completamente all’oscuro dell’opinione pubblica generale. Dobbiamo valorizzare tutti coloro che sono dietro quella scatoletta di tonno, fino al personale che lo posiziona sullo scaffale, partendo dalla nave che lo trasporta o addirittura dal peschereccio”. Conferma che si sono margini di crescita anche Guido Torrielli, presidente di Rete Its Italy, il più grande raggruppamento italiano delle Fondazioni Its, costituite da scuole, enti di formazione, università e imprese che collaborano alla progettazione dei percorsi formativi per i giovani. “La logistica– assicura Torrielli- è un qualcosa che tocchiamo tutti i giorni con mano, se pensiamo ad un supermercato o a un qualsiasi momento della nostra vita nella quale desideriamo o abbiamo bisogno di qualcosa”.
Aggiunge Torrielli: “Qualcuno ‘aveva visto lontano’ nella logistica, seppur l’opinione pubblica ne conosca i grandi player ma magari non le dinamiche delle catene che stanno alla base del comparto. Noi come Its siamo in grado di assicurare ragazzi preparati, con tutte le competenze necessarie a loro e allo sviluppo del paese”. In ogni caso, oltre che a sviluppare la propria immagine, la logistica sostenibile deve anche fare i conti con nuove regole, internazionali, che non sempre sembrano valorizzarla. È il caso della nuova ‘tassazione’ europea Esg in chiave decarbonizzazione, applicata anche al settore logistico marittimo. Secondo Morelli, “colpirà chiaramente i porti italiani e non quelli rivieraschi dall’altra parte del Mediterraneo, che essendo fuori dall’Europa saranno evidentemente esentati. Questo significherà- prevede il sottosegretario- un aumento dei costi dei prodotti anche di prima necessità, a carico degli italiani”. Ma non molla il sottosegretario leghista: “Il nostro Governo sta facendo pressione in questo senso sull’Europa, così come accade per le case ‘green’, grazie all’impegno dei nostri partiti. Il Governo e la maggioranza auspicano che ci sia una maggioranza coerente anche in Ue: è la presidente Von Der Leyen, la stessa che si ricandida oggi, la protagonista delle diverse direttive che oggi contrastiamo così fortemente nel centrodestra”, conclude Morelli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here