Ancona, sabato 6 aprile terzo appuntamento con “Una Mole da bere”

256

Sabato 6 aprile, dalle 16.30, terzo appuntamento con “Una Mole da bere”, alla sala Boxe, viaggio enologico tra le eccellenze del territorio nell’ambito della produzione di vini pregiati. L’evento è organizzato da Rotaract club Ancona e patrocinato dal Comune di Ancona in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche, facoltà di Agraria, con la partecipazione della professoressa Deborah Pacetti la quale illustrerà le caratterische specifiche della produzione enologica del territorio.

Saranno presenti le cantine Vigna della Cava, Varà Pesaresi vignaioli, Moroder Malaserena e Umani Ronchi che illustreranno singolarmente i propri vini e le qualità organolettiche degli stessi, differenziati dalla zona geografica di produzione.

Al termine degustazione guidata dei vini con la presenza di sommelier qualificati.

All’appuntamento interverrà l’assessore all’Unviersità e Politiche giovanili, Marco Battino, il quale sottolinea: “Questa iniziativa organizzata dai giovani e in particolare rivolta ai giovani, offre la possibilità di approfondire le caratteristiche e qualità della nostra produzione enologica e contemporaneamente promuovere la conoscenza del nostro territorio e delle sue eccellenze. Ringrazio l’Università Politecnica delle Marche per la collaborazione e soprattutto la disponibilità nell’impegno di divulgazione di contenuti scientifici alla cittadinanza, in un ottica di integrazione tra città, mondo dell’associazionismo e università”.

“L’evento, che fa seguito a quello dedicato al mondo della produzione territoriale dell’olio di qualità, nasce con la medesima intenzione e per far conoscere le differenze tra chi propone una produzione enologica di qualità ed una produzione di massa. Allo stesso modo intendiamo valorizzare le aziende attive nel territorio e promuovere trai giovani questa cultura di impresa” afferma Giacomo Ruffini presidente del Rotaract club Ancona. Nell’occasione sarà possibile anche partecipare ad una raccolta fondi in favore delle donne vittime di violenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here