Al via il Salone del Mobile di Milano

203

Si è aperta l’edizione 2024 del Salone internazionale del Mobile di Milano, un appuntamento molto importante per la promozione del made in Italy. I numeri con cui le Marche si presentano a questo appuntamento in programma a Milano fino a domenica prossima sono soddisfacenti. Secondo il Centro Studi FederlegnoArredo si prevede infatti una crescita complessiva del settore del 4,5%, di cui l’8,5% per export e 1,7% per il mercato interno.

La Regione sarà presente, come ogni anno, per sostenere le imprese marchigiane, con il Servizio e l’assessore allo Sviluppo economico. Sarà un momento di incontro e di confronto, in Salone e fuori salone, per festeggiare e per riflettere su temi quali la creatività, il sapere fare, la tradizione, l’innovazione e la sostenibilità del prodotto che le aziende marchigiane mettono in campo ogni giorno.

Anche quest’anno il Salone del Mobile si conferma un’importante occasione per le imprese della filiera del mobile e dell’arredamento, uno degli ambiti produttivi di maggiore rilevanza nelle Marche, per presidiare nuove quote di mercato, soprattutto dopo un 2023 che ha visto, a livello nazionale, il settore legno-arredo, dopo due anni in forte crescita, chiudere in calo del 7,8%, (benché, comunque, sia il mercato italiano, sia l’export si mantengano sopra i livelli pre-pandemici del 2019).

Nelle Marche il quarto trimestre 2023 si è chiuso con un bilancio commerciale che rimane comunque stabile rispetto all’anno precedente (+0.2%) e con esportazioni che pesano il 4,1% del totale dell’export Marche verso il mondo.

A Milano, in questa grande vetrina internazionale del Made in Italy, le imprese marchigiane, oltre che sviluppare opportunità di business, intessono relazioni con designer, sviluppatori di tecnologie e software, e altri imprenditori della filiera.

La presenza dell’assessore allo Sviluppo economico trova una motivazione anche per accogliere suggerimenti e bisogni delle imprese in vista della prossima emanazione del bando sull’internazionalizzazione che sarà presentato venerdì prossimo, 19 aprile a Jesi, nei locali della ex Banca Marca, il 30 aprile a Montegranaro, il 9 maggio a Tavullia, il 15 maggio a Macerata e il 17 maggio a Campolungo.

Si tratta di uno strumento finanziario con una dotazione finanziaria pari a € 13 milioni, a supporto anche del settore del mobile, che sostiene le spese per il design ed eco-design, gli incoming, gli showroom temporanei in Italia e all’estero, la partecipazione ai grandi eventi fieristici internazionali per il rafforzamento e la promozione del brand e che prevede l’opzione al credito agevolato. È dunque un’importante novità, come è stato evidenziato, per aziende che si trovano spesso in difficoltà nell’accesso al credito bancario.

È stato anche ricordato che sono ancora aperti fino al 10 maggio i termini (per la presentazione dei progetti di innovazione e di diversificazione di prodotto o di servizio sul bando della “Twin Transition” rivolto a diversi settori produttivi, a cui la Regione destinerà 5 milioni per le imprese del settore mobile-arredo, a fronte di una dotazione finanziaria complessiva di 28 milioni di euro.

L’innovazione di prodotto nel settore del mobile è, infatti, una necessità per far fronte, come è stato detto, ad una competitività crescente e per intraprendere il cammino verso la una doppia transizione che sia la simbiosi tra quella tecnologico-digitale e quella ambientale.

Infine, costante è l’impegno della Regione in tema di sostenibilità patrimoniale ed economica dell’impresa che si è concretizzato attraverso un Accordo quadro, che vede il raggruppamento di due Confidi regionali (UNICO, Confidicoop) e Artigiancassa Spa appartenente al gruppo BNL Paribas, per l’attivazione di strumenti in forma di Fondi rotativi di finanza agevolata e Fondi di garanzia per le imprese.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here