Grande successo di pubblico la “Pentecoste a Castellina in Chianti”

749

Anche quest’anno si è conclusa con un grande successo di pubblico la “Pentecoste a Castellina in Chianti”. Organizzata dall’Associazione Viticoltori di Castellina in Chianti, e giunta ormai alla sua 26° edizione, la manifestazione ha richiamato venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 maggio tanti appassionati di enogastronomia che hanno partecipato a cene, degustazioni e altri eventi che hanno animato il borgo chiantigiano.

A dare il via al cartellone di appuntamenti la tradizionale “Cena con il Classico”, una serata all’insegna del buon cibo e dei grandi vini che ha riunito sotto le iconiche Volte medievali di Castellina circa 170 commensali per degustare pietanze tipiche della tradizione toscana, preparate dal ristorante “Albergaccio di Castellina”, accompagnate dai migliori Chianti Classico proposti dai 39 viticoltori dell’Associazione.

Sabato e domenica, sempre lungo il camminamento medievale, oltre mille persone, tra appassionati di vino, turisti e semplici curiosi, hanno fatto tappa ai banchi di degustazione con i calici in mano per assaggiare i migliori Chianti Classico della zona raccontati dai produttori. Ospiti della manifestazione, oltre ad una delegazione delle UGA (Unità Geografiche Aggiuntive) del Chianti Classico, i produttori Tonello wines e Zambon vulcano del SOAVE DOC e MONTI LESSINI DOC (zona vulcanica a cavallo tra le province di Vicenza e Verona), che hanno portato in assaggio bollicine e bianchi a base di Durella e Garganega.

Sempre sabato, il Museo Archeologico del Chianti Senese situato all’interno dell’edificio dominato dall’iconica Torre di Castellina, ha accolto i visitatori gratuitamente fino alle 23 organizzando nel pomeriggio laboratori per bambini. Inoltre, all’interno è stata allestita l’installazione “Chianti Classico Century” per raccontare i 100 anni del Consorzio Vino Chianti Classico.

Il territorio

Situato in provincia di Siena, il borgo di Castellina in Chianti sorge a ridosso delle antiche mura di cinta quattrocentesche, a 578m sul livello del mare. Occupa una superficie di 9.980 ettari, che si estende a cavallo tra la Val d’Elsa, la Val di Pesa e la Valle del fiume Arbia, di cui 1.682 circa coltivati a vigneto, risultando il Comune con più superficie vitata di tutto il Chianti Classico. Inoltre, circa il 70% dei vigneti è a conduzione biologica o in conversione.

L’Associazione Viticoltori di Castellina in Chianti

Nata nel 2003 per valorizzare e tutelare i produttori di vino di Castellina in Chianti, comune del Chianti Classico dove si concentrano realtà vitivinicole tra le più prestigiose e ricche di storia dell’intera Toscana, l’Associazione Viticoltori di Castellina in Chianti conta oggi 39 soci che producono vini apprezzati in tutto il mondo.

I soci: Antico Podere Casanova di Bucciarelli, Antiche Terre Belvedere di San Leonino, Bibbiano, Buondonno, Casale dello Sparviero/Campoperi, Casina Di Cornia, Castagnoli, Castellare di Castellina, Castello di Fonterutoli – Marchesi Mazzei, Castello La Leccia, Cecchi, Cennino, Concadoro, Fattoria Di Vegi, Gagliole, Il Caggio/Ipsus, La Croce dei Fratelli Zari, La Mirandola nel Chianti, Lornano, Marchesi Antinori a Castellina in Chianti, Mazza, Nardi Viticoltori, Nittardi, Piemaggio, Podere La Piaggia, Pomona, Querceto Di Castellina, Rocca Delle Macie, Rocca di Cispiano, Rodano, Ruffino, San Donatino, San Fabiano Calcinaia, Setriolo, Tenuta Canale, Tenuta di Lilliano, Tenute Squarcialupi La Castellina, Tregole, Villa Trasqua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here