Strumenti Finanziari Europei per far fronte alla crisi e all’emergenza sociale

1280

Qual è il compito del FEG?
Il Fondo può finanziare misure attive per il mercato del lavoro, esclusivamente destinate ad aiutare i lavoratori colpiti da esuberi derivanti dalla globalizzazione, ad esempio l’assistenza nella ricerca di un impiego, l’orientamento professionale, la formazione e la riqualificazione su misura, anche nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, la certificazione dell'esperienza acquisita, nonché l’assistenza per il ricollocamento professionale e la promozione dell’imprenditorialità o l’aiuto alle attività professionali autonome; misure specifiche di durata limitata, come le indennità per la ricerca di un lavoro, le indennità di mobilità o le indennità di sostegno per chi partecipa ad attività di formazione e apprendimento permanente.
Il FEG non finanzia misure passive di protezione sociale, come pensioni o indennità di disoccupazione, che sono di competenza esclusiva degli Stati membri dell'UE.
Chi può beneficiarne?
Soltanto i lavoratori in esubero a causa della globalizzazione. Il FEG non finanzia gli eventuali costi che le imprese devono sostenere per un ammodernamento o adeguamento strutturale.
Come si colloca rispetto agli altri fondi dell'UE, come i fondi strutturali?
I fondi strutturali dell'UE e, in particolare, il Fondo sociale europeo (FSE) anticipano e gestiscono il cambiamento con misure, come l'apprendimento permanente, che si pongono in una prospettiva strategica e a lungo termine. Viceversa, il FEG fornisce un sostegno puntuale, limitato nel tempo e individuale inteso ad aiutare i lavoratori gravemente colpiti da esuberi derivanti dalla globalizzazione.
Relazione annuale
La presentazione di una relazione annuale è un preciso requisito del regolamento sul FEG (regolamento (CE) n. 1927/2006). La relazione annuale 2007 costituisce un elemento chiave dell'agenda sociale rinnovata, dal momento che il FEG consente all'Unione europea di dimostrare la sua solidarietà nei confronti di coloro che hanno perso il lavoro per effetto della globalizzazione.
L’ultima relazione, quella del 2008, è stata adottata con la COM(2009) 394 del 28.7.2009 ed è scaricabile dal sito http://ec.europa.eu/social/.
Base giuridica
Il regolamento che istituisce un Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione è stato adottato il 20 dicembre 2006 e modificato il 18 giugno 2009 per migliorare la gestione del fondo.

Finanziamenti – affari sociali, occupazione e pari opportunità
La direzione generale per l'Occupazione, gli affari sociali e le pari opportunità della Commissione europea è responsabile di altri due importanti strumenti di finanziamento, oltre al FEG, Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione:
1. Fondo sociale europeo (FSE)
Il Fondo sociale europeo aiuta le persone a migliorare le proprie competenze e prospettive professionali. Le autorità di gestione a livello nazionale e regionale sono responsabili dell'amministrazione quotidiana del Fondo. La Commissione europea non è direttamente coinvolta nella selezione e nel finanziamento dei progetti.
2. PROGRESS
Il programma PROGRESS è finalizzato a sostenere lo sviluppo delle politiche dell'UE nei seguenti settori:
occupazione;
condizioni di lavoro;
parità uomo-donna;
integrazione e protezione sociale;
diversità e lotta alle discriminazioni.
All'inizio di ogni anno vengono definite le priorità di finanziamento del programma. Il sostegno finanziario è concesso sulla base di bandi di gara e inviti a presentare proposte.
Maggiori informazioni:
http://ec.europa.eu/social/