Turismo:Bit 2010, giro d’Italia e ciclismo volano

303

Una tappa, la 15/esima, da Mestre al monte Zoncolan, che dopo tre anni (scalando il più impegnativo versante da Ovaro) ritorna in Carnia, "sulla grande salita", toccando le province di Pordenone e Udine, mentre l'anno scorso il Giro fu ospitato da Trieste e da Grado.
Un'occasione di grande sport e una grande opportunità di grande promozione turistica, è stato sottolineato da Ciriani e De Anna, in quanto l'ormai "classica" salita allo Zoncolan si conferma un concreto volano, un significativo "ritorno d'immagine" per la regione e soprattutto per la montagna carnica: 100 mila appassionati, infatti, si assieparono lungo le strade della Carnia nel corso della tappa del 2007, mentre tantissimi seguirono le dirette televisive proposte da diverse emittenti, nazionali e straniere.
Ma al ciclismo, che nell'area montana del Friuli Venezia Giulia, proprio grazie all'appuntamento dello Zoncolan, ha visto svilupparsi l'abbinamento tra l'esperienza dell'albergo diffuso e questa disciplina sportiva – ha ricordato Siriani – saranno legate anche altre iniziative.
Si inizierà infatti il prossimo 3 marzo con il Giro del Friuli Venezia Giulia, riservato ai professionisti, che si correrà interamente nel Pordenonese, con la previsione di "spalmarlo" negli anni successivi in tutte le quattro province della regione.
Dal giorno successivo, 4 marzo, scatteranno poi le prove delle diverse squadre (la prima sarà la "Liquigas" con Pellizzotti) alla tappa Mestre-Zoncolan e il 24 aprile è in programma una giornata, tra Tolmezzo e l'Alta Carnia, che sarà dedicata a Franco Ballerini, ricordato con commozione allo stand del Friuli Venezia Giulia.
A fine marzo verrà quindi inaugurata una grande rassegna artistica dedicata allo sport e al ciclismo a Tolmezzo, con 25 opere di Aligi Sassu, l'1 maggio una grande "Pedalata in Rosa" in Val d'Arzino con una partecipazione prevista di 400/500 ciclisti e il 22 maggio, infine, un "Omaggio allo Zoncolan", con un numero chiuso fissato a mille iscritti, che riproporrà la salita alla montagna carnica.
Le quattro grandi salite della tappa, Sella Chianzutan, Passo Duron, Sella Valcalda e Zoncolan, saranno rispettivamente dedicate, è stato infine annunciato, all'Università di Udine e agli studenti friulani, alla emigrazione friulana nel mondo, agli Alpini d'Italia e alla Protezione civile regionale e italiana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here