Lavoro: stato di crisi per occhialeria, meccanica, edlilizia

671

Trieste, 19 mar – Il riconoscimento della situazione di crisi regionale per i settori della meccanica, dell\’occhialeria, dell\’edilizia e della produzione dei mezzi di trasporto è stato proposto dall\’assessore regionale al Lavoro, Università e Ricerca Alessia Rosolen ieri a Trieste, durante i lavori del Tavolo di concertazione. \”In questo modo potremo garantire, anche per questi settori, le azioni previste dai piani di gestione della situazione di grave difficoltà\” ha detto l\’assessore, rilevando che \”la necessità di prevedere i nuovi piani deriva sia dal coinvolgimento nella crisi di imprese non concentrate entro i confini provinciali ma dislocate sull\’intero territorio regionale, che da situazioni di sofferenza evidenziate dall\’analisi dei dati tendenziali di peggioramento di mercati fino ad ora non direttamente interessati dalla crisi\”.
"Mi riferisco in particolare – puntualizza l'assessore Rosolen – al settore dell'edilizia e a quello della produzione dei mezzi di trasporto, che non comprende solo l'automotive ma anche la produzione di navi e aerei".
I dati relativi alle assunzioni dei lavoratori e alle cessazioni dei rapporti di lavoro nei settori per cui l'assessore ha
proposto lo stato di crisi sono stati illustrati dal direttore dell'Agenzia Regionale del Lavoro, Domenico Tranquilli.
Tranquilli ha spiegato che l'andamento del settore dell'edilizia evidenzia un decisivo rallentamento nel 2009, mentre la necessità di intervenire su meccanica e fabbricazione dei mezzi di trasporto deriva anche dal fatto che nel 2010 non sono previsti gli incentivi statali alla rottamazione.
Per quanto riguarda il settore dell'occhialeria, ha rilevato Tranquilli, il riconoscimento della crisi regionale darà all'Agenzia Regionale del Lavoro maggiori possibilità di intervento nei confronti delle imprese in difficoltà, in
particolare per quanto concerne la pianificazione dei programmi formativi di aggiornamento o di riqualificazione dei lavoratori coinvolti nelle Casse integrazioni straordinarie e nella mobilità.
Durante la seduta del Tavolo di concertazione è stato presentato anche il nuovo regolamento per l'erogazione degli incentivi alle imprese che assumono e stabilizzano, che prevede l'attuazione dell'art. 48 della L.R. 18/2005 e cioè della previsione normativa specifica per gli interventi relativi ai Piani di gestione delle crisi occupazionali riconosciute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here