Dolomiti Unesco: il 13/5 costituzione della fondazione

687

Erto (Pn) – Verrà costituita il prossimo 13 maggio a Belluno la Fondazione, che sarà il vero braccio operativo delle azioni di sviluppo del sito delle Dolomiti inserito nel giugno 2009 nella lista del Patrimonio Naturale dell\’Umanità Unesco. La decisione è stata presa oggi al tavolo politico, svoltosi nel municipio di Erto (Pordenone) tra i rappresentanti delle sette istituzioni coinvolte: in nome delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, gli assessori Roberto Molinaro e Marino Finozzi, per le Province autonome di Trento e Bolzano, gli assessori Mauro Gilmozzi e Miki Laimer, per la Provincia di Belluno, il presidente Giampaolo Bottacin e in nome delle Province di Pordenone ed Udine, gli assessori Giuseppe Verdichizzi e Ottorino Faleschini.
Come noto, il riconoscimento dell'Unesco – riguardante nove gruppi montuosi suddivisi tra le province di Trento, Bolzano, Belluno, Pordenone ed Udine – rappresenta un'opportunità unica di salvaguardia delle Dolomiti e di ulteriore valorizzazione del turismo e dello sviluppo responsabile nell'area.
L'incontro, ospitato dall'Amministrazione provinciale di Pordenone, "costituisce la conclusione di un percorso – ha
commentato l'assessore regionale Molinaro – che permetterà l'avvio di azioni operative riguardanti il sito: la Fondazione dovrà innanzitutto definire la strategia generale di gestione e del turismo sostenibile dell'area".
Questi ed altri obiettivi dovranno essere dalla Fondazione raggiunti entro il 2011. A fine del 2010 è previsto l'arrivo nelle Dolomiti degli osservatori dell'Unesco per verificare lo stato di avanzamento dei lavori.
Come da statuto, assumerà la presidenza della neocostituenda Fondazione la Provincia di Belluno. All'incontro si è parlato anche delle procedure di definizione del concorso per la realizzazione del logo del sito: il bando verrà a breve pubblicato sia nei giornali a diffusione nazionale come in quelli locali.
Il sindaco di Erto e Casso, Luciano Pezzin, ha espresso parole di ottimismo per le prospettive di sviluppo che il riconoscimento Unesco darà alle comunità della montagna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here