Infrastrutture: Riccardi illustra impegno regione a ex-sindaci

633

Palmanova, 24 apr – L\’assessore regionale ai Trasporti, Riccardo Riccardi, è intervenuto stamani all\’assemblea dell\’Associazione già Sindaci del Friuli Venezia Giulia – presieduta da Ermes Battilana -, svoltasi nel Municipio di Palmanova e alla quale è stato invitato per illustrare i programmi della Regione in tema di infrastrutture. Il saluto del Comune di Palmanova è stato portato dal vicesindaco, Luca Marzucchi. Per Riccardi la situazione in Italia è radicalmente cambiata rispetto ad alcuni anni fa, determinando spesso – per ragioni oggettive – incertezza e squilibri: "una patologia del sistema che va curata – ha affermato – per ridare continuità e certezza all'azione amministrativa. Da un lato servono norme chiare; dall'altro capacità decisionale da parte della classe politica".
"Il momento che questo governo regionale si è trovato ad affrontare al momento della sua elezione non è dei più facili – ha sostenuto l'esponente regionale -: minori risorse a disposizione, pesante debito, una crisi che nessuno aveva previsto, nuovo quadro di rapporti fra Stato e Regione e fra Regione e sistema delle autonomie. In questa prospettiva vi era e vi è la necessità di sbloccare la situazione delle infrastrutture di trasporto (autostrade, strade, porti, aeroporto, ferrovie) nel Friuli Venezia Giulia per mettere il sistema produttivo nelle condizioni di sostenere una concorrenza internazionale sempre più agguerrita e per dare contenuto concreto al ruolo internazionale della regione nel panorama della nuova Europa, non più chiusa dai confini".
Ciò che Riccardi ha auspicato è che davanti alla complessità dei problemi e alla necessità di avviare i lavori previsti per la terza corsia della A4 e per il resto della rete viaria regionale (si prevedono investimenti per 3 miliardi di euro) "vi sia quella solidarietà e quell'unità d'intenti che abbiamo conosciuto all'epoca della ricostruzione post-terremoto".
L'assessore ha ricordato il cronoprogramma per la terza corsia – "il percorso è avviato e malgrado le difficoltà che si presentano ogni giorno abbiamo buone speranze di andare avanti celermente" -; l'esigenza di intervenire sulla rete viaria ordinaria con FVG Strade per ammodernare e mettere in sicurezza quel sistema di collegamento con la rete autostradale; gli sforzi in atto per una gestione più efficiente della rete ferroviaria, per ridare slancio all'aeroporto, per garantire un futuro al sistema portuale.
"Ma dobbiamo aver presente che oggi non è più possibile pensare che i servizi pubblici come ad esempio il TPL non abbiano piena copertura finanziaria. Oggi lo Stato non interviene più a copertura dei deficit: dobbiamo perciò operare sì scelte strategiche e attente al sociale, ma ricercando sempre il massimo equilibrio fra costi e ricavi".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here