Lavori pubblici: innovazione in edilizia sociale a Gorizia

429

Gorizia, 29 apr – Il Comune e l\’ATER di Gorizia si candidano a sperimentare, con il sostegno dell\’Amministrazione regionale, un intervento innovativo nel campo dell\’edilizia sociale, caratterizzato da sostenibilità ambientale, alti standard abitativi, riduzione dei costi e dei tempi di costruzione. È quanto emerso oggi a in Municipio a Gorizia, in margine a un incontro di presentazione agli operatori del settore, da parte di un gruppo privato, di un nuovo sistema di costruzione pensato soprattutto per l'edilizia popolare.
All'incontro hanno preso parte l'assessore regionale ai Lavori pubblici Elio De Anna, il sindaco di Gorizia Ettore Romoli, i presidenti delle ATER (Azienda territoriale per l'edilizia residenziale) di Gorizia Roberto Grion e di Trieste Perla Lusa, accanto a professionisti e tecnici che operano nel campo dell'edilizia.
"La casa, assieme al lavoro, al risparmio e alla famiglia – ha osservato l'assessore De Anna – rappresenta un valore essenziale per i cittadini del Nord Est, per avere un futuro di certezze. All'interno dei diversi programmi regionali per favorire l'accesso alla prima casa, guardiamo con grande attenzione alle innovazioni in grado di rispondere ai requisiti del Protocollo VEA sulla valutazione della qualità ambientale ed energetica degli edifici, che per prima la Regione Friuli Venezia Giulia ha adottato".
"Comune e ATER di Gorizia candidano il proprio territorio – ha aggiunto De Anna – per sperimentare forme nuove di edilizia sostenibile, che consentano anche una riduzione dei tempi di costruzione e un contenimento dei costi. Questa idea ha il pieno appoggio della Regione, che potrà mettere a disposizione una parte delle risorse necessarie. Ci sono tutti i presupposti perché questo progetto possa andare a buon fine".
Il sistema illustrato oggi a Gorizia è costituito da elementi totalmente prefabbricati in legno e calcestruzzo. Anche i moduli dei bagni sono prefabbricati. Ciò rende possibile una notevole velocità nella costruzione e una riduzione dei costi, mantenendo tuttavia un'ampia flessibilità per quanto riguarda la tipologia, le dimensioni e l'estetica degli appartamenti e degli edifici.
Tutti i materiali sono ecocompatibili e ad alte prestazioni in riferimento alla sostenibilità ambientale, in particolare per quanto riguarda le caratteristiche termiche e acustiche, elevando il comfort abitativo. La riduzione dell'impatto ambientale inizia sin dalla fase del cantiere, proprio perché esso diventa luogo di montaggio di elementi realizzati altrove e non più luogo di produzione edilizia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here