CAF, voglia di crescere

932

“La solidità di oggi – ha dichiarato il presidente della Autotrasporti CAF, Sandro Bilò – è dovuta ai sacrifici del passato e a tutto il lavoro dei nostri associati. Con queste stesse modalità operative vogliamo andare avanti, guardando al futuro per crescere”. La strategia, infatti, resta proprio questa: investimento e ampliamento anche a Ravenna, dove sono presenti con un ufficio dal 2004 per il lavoro delle cisterne petrolifere e da due anni sono operativi al porto San Vitale per i container, l’intenzione è di rafforzare il proprio parco mezzi.
“Il nostro obiettivo è una maggiore espansione su ogni territorio dove c’è CAF, perché il mercato chiede aziende che siano sempre all’avanguardia, in grado di essere flessibili, orientate al cliente e con una disponibilità di uomini e mezzi importante per rispondere a qualsiasi esigenza. Se CAF negli ultimi dieci anni ha raddoppiato la propria struttura, ampliando anche i settori di interesse, ha ancora una forte volontà di crescere, con altri partner o da soli, ma comunque crescere. Siamo aperti a qualsiasi forma di collaborazione e partecipazione con altre aziende di trasporto simili o del tutto diverse dal settore petrolifero di cui prettamente ci occupiamo. La nostra è fisicamente una struttura enorme che ha ancora molto spazio, anche per la diversificazione dei settori di interesse”.
Un invito esplicito per allargare… la famiglia, ma la crisi?
“Noi siamo stati marginalmente toccati dalla difficilissima crisi in cui versa tutto il mondo. Anzi, per la verità nel 2009 abbiamo anche registrato una crescita di circa il 10% e questo per effetto della diversificazione dei mercati a cui ci riferiamo e per un bilancio, tra container e cisterne, in cui il petrolifero ha pesato maggiormente, recuperando anche il calo di altri settori. Noi siamo specializzati in bitumi e con 120 mezzi e buoni tonnellaggi giornalieri, dobbiamo dire grazie alla raffineria api!. In questa volontà di crescere di CAF, una grossa spinta verrà dall’uscita a ovest dell’A/14 destinata al porto dove noi operiamo con 35 mezzi. Una viabilità migliore porterà a una maggiore integrazione tra porto, aeroporto e interporto: potremmo anche decidere per una nostra presenza logistica stabile all’interno della struttura di Jesi di cui siamo soci!

CAF willing to increase
“The actual solidness – the president of Autotrasporti CAF, Sandro Bilò declared – is due to the past sacrifices and all the work of our associates. With these same operating modalities we want to go on, watching to the future in order to increase. Our aim is a greater expansion on each territory in which we are, because the market asks companies that are always in the forefront, in a position to be yielding, oriented towards customer and with an availability of men and equipments, important in order to answer to any requirement.
If CAF in last the ten years has doubled own structure, widening also the interest sectors, it has still a strong will to improve, with other partner or alone, but however to increase.
We are oriented to whatever collaboration and participation with other similar or completely different transport companies from the oil sector of which we particularly deal”.

www.autotrasporticaf.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here