Infrastrutture, logistica e prezzi al consumo

769

“Le infrastrutture sono sicuramente quel quid in più che potrà aiutarci nell’immediato futuro a rendere il sistema paese più competitivo rispetto a tanti altri territori”. Esordisce così Antonio Gitto, assessore alle Infrastrutture della Provincia di Ancona, nel momento in cui viene sollecitato sulle tante opere che sono in fase di discussione e realizzazione nella provincia marchigiana, che, ricordiamo, è anche la sede di porto, aeroporto e interporto.
Ci spieghi meglio.
“La crisi economica che attanaglia gli USA e l’Europa non è così forte nei Paesi asiatici i quali non recedono, ma crescono con dei ritmi inferiori rispetto a quelli di 3 anni fa. Alla luce di questo si delinea uno scenario nel medio periodo di un’Europa che sempre più andrà nella direzione di una deindustrializzazione del territorio a vantaggio dei servizi. Le infrastrutture hanno, quindi, una duplice valenza economica: da una parte portano ricchezza a tutta una serie di addetti che potranno trovare lavoro all’interno di aziende operanti nel settore della logistica e trasporti, dall’altra parte la costruzione, l’ampliamento e la razionalizzazione degli assi viari e dei siti atti al ricevimento delle merci saranno elemento sostanziale nel rendere più agevole il trasporto dei beni che saranno prodotti in altre aree del mondo, ma che qui saranno poi commercializzate, il tutto a vantaggio di una sensibile riduzione del prezzo finale del bene stesso, il tutto, in sintesi a vantaggio del consumatore finale”.
Nel territorio provinciale di Ancona il porto più grande delle Marche, un aeroporto e un interporto…
“Sì e la loro integrazione deve essere un vero must per la politica. E’stata finalmente definita l’uscita a ovest per il porto di Ancona e questo va benissimo, ma sarebbe già il caso di studiare un ulteriore ampliamento del porto stesso, in quanto una volta portata a regime l’attività dell’interporto questa creerà un sensibile aumento dei traffici. A questo proposito vedo di buon occhio non solo i lavori che riguardano l’A/14 per la costruzione della terza corsia, ma anche e soprattutto il raddoppio previsto per la SS 16 che diventerà di interesse strategico, tanto per i flussi nord – sud che per quelli verso ovest”.

Infrastructures, logistic and consumer prices
“The infrastructures are surely what will be able to help us in the next future in order to make the system more competitive regarding many other territories” asserts Antonio Gitto, city councillor for Infrastructures of the Province of Ancona. “The infrastructures have a double economic importance: they
produce wealth for workers that will be able to find job in the logistics and transport sector, besides the construction, the widening and the rationalization of the way and the places for the reception of the goods will be the most important element in order to make the transport of the goods more easy with a remarkable reduction of the last price". About the intermodal freight transport for seaport, logistic center and Ancona airport has been at last defined the west exit for the port. Very important is the construction of third lane of the A/14 highway and the doubling previewed for state road 16.

www.provincia.ancona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here