Le Marche laboratorio di futuro

918

La sessione annuale di sorveglianza della Politica Regionale Unitaria (PRU) della Regione Marche, si è incentrata sul tema \”Conoscere per competere – Le Marche in Europa, l\’Europa nelle Marche\”. E’ un occasione per vedere la prospettiva della strategia per Europa 2020 applicabile al territorio
regionale, in un momento in cui, come è stato sottolineato nel convegno, l'Europa deve “prendere per mano il proprio futuro”, con una visione lungimirante e una strategia sostenibile da applicare all'intero territorio europeo. La strategia “Europa 2020” non è soltanto il gioco dei numeri 20, 20, 20 in relazione all'energia, all'aumento delle rinnovabili e alla diminuzione delle emissioni in atmosfera di CO2, ma è un quadro complessivo di quello
che sarà l’Europa fra dieci anni con tre priorità già individuate: crescita intelligente (per sviluppare un’economia basata sulla conoscenza e sulla innovazione); crescita sostenibile (per promuovere un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva); crescita inclusiva (perché non ci sarà Europa senza i cittadini europei e quindi per promuovere un'economia con un alto tasso di occupazione che favorisca la coesione
sociale e territoriale).

Su queste prospettive, fra loro connesse e soprattutto fondamentali per il successo globale, l'incontro della Regione Marche si è occupato del DUP (Documento Unitario di Programmazione), analizzando quanto è stato fatto, i risultati raggiunti, le best practices prodotte nel territorio regionale e le prospettive future, facendo il punto sugli esiti del ciclo di attuazione del DUP 2009-2012010.

Lo strumento di programmazione DUP, approvato dall'assemblea legislativa delle Marche nel luglio 2008, è l'insieme degli interventi che mobilitano tutti i Fondi europei e gli interventi nazionali e regionali. Il convegno si è poi “lanciato” in una visione del futuro, con riflessioni e ipotesi che possano condurre le Marche verso un’economia della conoscenza. La conoscenza, l’informazione e la formazione sono già alla base dell'operatività della Regione, impegnata in modo sempre più convincente nel dialogo utile a e condividere risultati e prospettive; non solo con i
beneficiari ultimi della programmazione, ma anche con l’opinione pubblica e con i giovani, i cittadini attivi di riferimento dell'Europa 2020. D’altronde è un dialogo considerato di fondamentale importanza anche dall'UE che ritiene le regioni base dello sviluppo del territorio dell'Unione, sia dal punto di vista territoriale che da quello sociale. Inoltre diventa sempre più forte l’esortazione all’integrazione dei Fondi e alla ricerca di qualità delle prestazioni e del relativo controllo finanziario.

Tutto questo se da una parte sottolinea come le Marche siano sempre un laboratorio attivo di sperimentazione e di efficienza, dall'altro rende l’idea della centralità di un incontro come quello che si è svolto nella sede dell’Assessorato alle Politiche comunitarie: sia per un assumere un atteggiamento realistico verso quando è stato fatto, sia per guardare con attenzione al futuro, condividendo quanto più possibile prospettive e opportunità.

Marches, workshop for the future
With a meeting on the occasion of yearly session of safety of Union regional policy of the Marches Region,
about "To know in order to compete – the Marches in Europe, Europe in the Marches", an occasion to see the perspectives of the strategy of the Europe 2020 enforced to the regional territory. The meeting of the Marches Region talked about the UDP (Unitary Document of Programming), analyzing the result reach up, the best practices produced and the future perspectives, taking stock of the results of the cycle of implementation of UDP 2009-2010. The measure UDP is the ensemble of the planning through all the European funds and the national and regional participations. At the meeting there has been the discussion about the view of the future, with reflections and hypotheses that can lead Marches towards an economy of the knowledge. The knowledge, the information and the training already at the base of workability of the Region.

www.europa.marche.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here