Sicurezza stradale: a Riccardi la medaglia del Presidente della Repubblica

625

L\’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità di Trasporto Riccardo Riccardi ha ricevuto dal prefetto di Udine Ivo Salemme la medaglia che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha concesso all\’Associazione Motostafette Friuli Venezia Giulia per l\’impegno profuso nel diffondere la sicurezza stradale tra cittadini e sportivi e che il Comitato dell\’Associazione ha voluto donare all\’esponente della Giunta regionale che ha sostenuto con convinzione il gruppo di volontariato e le manifestazioni da esso organizzate. Nel consegnare la medaglia nel corso del quarto meeting delle Motostaffette ospitato nel Comune di Rive D'Arcano, Salemme ha voluto rimarcare come Riccardi ''abbia una dote non comune tra le classi dirigenti di questi tempi e cioè – sono le parole del prefetto – sia un tecnico professionalmente molto qualificato e di esperienza. In questo momento tra le altre impegnative incombenze Riccardi ha un compito molto oneroso da portare a termine, il completamento della terza corsia della A4 e quello che stupisce – ha aggiunto Salemme – è la calma e la serenità con la quale affronta gravosi problemi che denotano sicurezza nelle sue capacità manageriali e nella possibilità di raggiungere gli obiettivi prefissati''.
Nel ringraziare il lavoro ''appassionato dei volontari, modello positivo espresso dalla nostra società regionale'', Riccardi ha voluto nell'occasione lanciare un messaggio a favore di chi si occupa della cosa pubblica. ''Per chi lo affronta con serietà e impegno è un compito difficile e oneroso, non un castello dorato come spesso viene considerato. L'opinione pubblica deve giudicare gli amministratori nelle loro mancanze e nei loro errori ma deve anche spronare quelli capaci a continuare a fornire un contributo civile. Considero personalmente la politica un impegno pro tempore e giornate come queste mi aiutano ad affrontare con più energia il raggiungimento degli obiettivi che mi sono posto''.

Il meeting, patrocinato dalla Regione con il sostegno di FVG Strade e del Comune di Rive D'Arcano che, con il sindaco Gabriele Contardo è stato da sempre sostenitore dell'associazione, è nato come momento di presentazione delle attività delle Motostaffette, ma si è consolidato come occasione per discutere temi più vasti, come la sicurezza stradale e la diffusione di buone pratiche di guida. Tanti i messaggi e le testimonianze di affetto che sono state protagoniste dell'evento, a partire da quella del campione di motociclismo Marco Lucchinelli. ''Parole le sue che con efficacia parlano alla coscienza di tutti perchè siamo da tempo consapevoli che per diminuire il numero degli incidenti non è più sufficente migliorare le strade o renderle tecnologicamente più sicure – impegno per il quale comunque l'amministrazione regionale ha profuso importanti risorse avviando progetti concreti – ma occorre agire sugli utenti della rete viaria diffondendo una vera cultura della sicurezza. Occorre spiegare ai giovani – ha aggiunto Riccardi – che ogni azione produce effetti anche sugli altri''.
Proprio a tal proposito l'assessore ha ringraziato i dirigenti scolastici del Friuli Venezia Giulia perchè grazie alla loro collaborazione per la prima volta un progetto di educazione stradale entrerà in modo strutturato nelle scuole della regione. ''Il mio obiettivo sarà – ha aggiunto – introdurre questo tema come materia nei piani di studio''. La motostaffetta friulana nasce nel 2000 e si costituisce ufficialmente nel 2007 come organizzazione di volontariato la cui attività si concentra nel settore delle scorte a manifestazioni sportive, prevalentemente in ambito ciclistico, organizzate sul territorio regionale. E' stato il presidente del sodalizio, Daniele Decorte, a ripercorrere le numerose iniziative organizzate l'anno scorso e a ricordare che il 2011 si è aperto con il riconoscimento della Protezione civile regionale, è proseguito con la partecipazione al Giro d'Italia in Friuli Venezia Giulia il 3 marzo, ed è stato coronato dall'alto riconoscimento del Presidente della Repubblica in occasione delle celebrazioni per il 150° dell'Unità d'Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here