Idv su Milleproroghe: “Appoggiamo il ricorso alla Corte costituzionale contro il decreto”

900

Davanti all’insensibilità e all’arroganza del governo per la tragedia alluvione appoggiamo con convinzione il via libera della giunta regionale delle Marche, arrivato oggi pomeriggio, al ricorso alla Corte costituzionale contro il decreto Milleproroghe, nella parte che riguarda la cosiddetta \’tassa sulla disgrazia\’: mostro di questo governo che impone alle Marche, prima regione in Italia dall\’approvazione della legge, di far fronte ai danni dell\’alluvione di marzo (610 milioni di euro) aumentando la tassazione Stupisce e lascia davvero sbalorditi, inoltre, che i parlamentari del centro destra, invece di appoggiare la popolazione alluvionata cercando di fare il possibile per chiedere aiuto e reperire fondi, si siano schierati apertamente con chi vuole tassare i cittadini già colpiti dalla calamità.
Il mostro Milleproroghe, quindi, non solo non viene ostacolato, ma addirittura si fa della bassa ironia. Basti pensare alle parole dell’on. Ciccioli che propone una terapia: 'visto che ogni volta la Regione grida al lupo al lupo, e diffonde falsi allarmi, come il presunto taglio del 65% al bilancio regionale imposto dal Governo, chiederò al Governo di tagliare davvero, nella misura propagandata dalla giunta'. Queste le sue parole di ieri. Parole che noi dell’IdV sentiamo di dover fortemente condannare come offensive e ingiuriose non solo e non tanto per noi, ma soprattutto per i cittadini e le imprese che ancora devono rimettersi in piedi.
Auspichiamo inoltre che la mozione presentata dai parlamentari del centrosinistra per cambiare il Milleproroghe nel senso più favorevole alle Marche sia calendarizzata e discussa al più presto e che abbia successo ancor prima che arrivi la bocciatura del Milleproroghe da parte della corte costituzionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here