Al consorzio WiMarche la progettazione esecutiva per la copertura wireless di tutta la regione

634

La WiMarche, il consorzio marchigiano che raccoglie le aziende Servili computer (capofila) General impianti, Fastnet sp, Milliway, Picchio, si è aggiudicato la gara per l\’individuazione del gestore unico regionale che si occuperà della progettazione, realizzazione e gestione della rete wireless, finalizzata alla copertura del servizio di banda larga in tutta la regione. WiMarche ha prevalso su un'altra cordata imprenditoriale facente capo a Telecom Italia e altre quattro aziende "mandanti": Abaco informatica, Fastmedia, Mobilway e Tecno general.

Dopo la firma del contratto, che presumibilmente avverrà entro il mese di giugno, WiMarche avrà a disposizione un massimo di due mesi per redigere il progetto finale, per poi avviare concretamente i lavori di realizzazione della rete che dovranno concludersi entro il primo semestre del 2012. Oltre quattro milioni e mezzo sono le risorse stanziate a livello regionale, di cui quasi un milione e quattrocento mila euro per la provincia di Ancona.

Il progetto, che rientra nelle azioni previste dal Piano telematico regionale e porterà alla copertura wireless delle aree non ancora servite dalla connessione Adsl o distanti più di due chilometri e mezzo dalle centrali Telecom, si affianca a due altri interventi previsti dal medesimo piano: il collegamento con la fibra ottica delle centrali Telecom che ancora ne sono sprovviste e il potenziamento di quelle già oggi collegate.

"L'intervento – afferma l'assessore all'Informatizzazione della Provincia di Ancona Antonio Gitto – mira chiaramente ad annullare il digital divide tra le diverse zone del territorio marchigiano. In questi anni abbiamo lavorato molto sul know how delle nuove tecnologie e siamo riusciti ad allargare la platea delle persone in grado di accedere ai servizi informatici. Ora, la direzione da intraprendere è quella del potenziamento delle infrastrutture informatiche, affinché nell'intero territorio venga rimossa ogni barriera tecnologica e siano diffusi strumenti di comunicazione in grado di soddisfare bisogni e migliorare la vita dei cittadini".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here