Infrastrutture, avanti tutta

667

“Il positivo passaggio al Cipe che ha approvato lo schema di convenzione per la realizzazione dell’Uscita Ovest di Ancona – dichiara l’assessore alle Infrastrutture della Regione Marche, Luigi Viventi – ci conduce all’ultimo snodo istituzionale dell’iter, per proseguire la gara d’appalto per l’individuazione del concessionario che realizzerà l’opera in project financing. E’ un passo avanti importante, del quale siamo soddisfatti perché dobbiamo recuperare ritardi infrastrutturali ormai inaccettabili per il nostro territorio, che incidono in maniera determinante sulla congiuntura economica sfavorevole. Per questo la Regione ha tra i suoi obiettivi fondamentali anche quello di creare una piattaforma logistica di collegamento tra lo scalo dorico, l’aeroporto e l’interporto, che non sia solo un sistema di infrastrutture, ma anche e soprattutto, di servizi. Sarà fondamentale, in questo senso, una gestione integrata della piattaforma, che coinvolga le amministrazioni pubbliche, le società, gli enti e gli operatori economici”.
La A/14, la nuova viabilità nell’entroterra con la Quadrilatero, ma la Fano/Grosseto resta una strada fantasma…
“I lavori della terza corsia dell’A14 in molti tratti sono in anticipo sul cronoprogramma. Anche il primo maxilotto della Quadrilatero (Statale 77 Civitanova- Foligno) è sostanzialmente in linea con la tempistica prevista. La Regione sta inoltre monitorando i problemi del secondo maxilotto (SS76 Ancona-Perugia), soprattutto in relazione alla delicata fase societaria del contraente generale e in questi mesi siamo riusciti a mantenere operativi i cantieri. Visto l’alto profilo strategico della Fano-Grosseto, è fondamentale la convergenza di intenti raggiunta tra le tre Regioni interessate (Marche, Umbria e Toscana), che hanno condiviso la necessità di una visione globale, abbandonando definitivamente la strategia dei piccoli lotti funzionali. La Fano-Grosseto è ora in Tabella 2: Priorità 2010-2013 del Programma Infrastrutture Strategiche del Governo. Per terminare l’opera rimangono ancora da realizzare circa 140 chilometri sui 270 totali e sono necessari circa 4 miliardi di euro. La Regione Marche sta sollecitando la prosecuzione dei lavori del tavolo tecnico, per individuare e valutare tutte le possibili soluzioni tecnico – economiche (project financing, parternariato pubblico-privato o altre soluzioni)”.

Infrastructures, full stead

“The positive shift to Cipe that has approved the convention for the realization of the West exit of Ancona – declares Luigi Viventi, councillor for Infrastructures of the Marches Region, leads us to the last crucial point of the institutional procedure, in order to continue the competitive tender for the research
of the concessionaire who will realize the work. It’s an important step for us, because we have to recover the unacceptable infrastructural delays for our territory. For this reason the Region has among its aims also that one to create a logistic platform between the Doric port, the airport and the logistic
centre.
A/14 lane, the new viability in the inland with Quadrilatero spa, but Fano/Grosseto highway remains a ghost road…
“The working of A14 third line, in many stretch are in advance if compared to the schedule plan. Also the first big lot of Quadrilatero (state highway 77 Civitanova- Foligno) is following the time scheduled.
The Region is moreover observing the problems of the second big lot (SS76 Ancona- Perugia). The Marches Region is speeding up the continuation of the works of the technical meeting, in order to value all the technical and economic solutions (project financing, cooperation public-private or other solutions)”.

www.regione.marche.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here