PortoPiccolo Sistiana, volano per il turismo

589

Un esempio virtuoso di collaborazione fra pubblico e privato, un volano per il turismo di qualità di tutto il Friuli Venezia Giulia. Lo ha detto l\’assessore regionale al Lavoro Angela Brandi che ha partecipato questa sera a Duino Aurisina (Trieste), a nome del presidente Renzo Tondo, alla cerimonia organizzata per il completamento del tetto del primo edificio residenziale di Portopiccolo, il villaggio turistico in corso di costruzione nella baia della ex cava di Sistiana.
Alla cerimonia, accanto all'assessore Brandi, erano presenti il sindaco di Duino Aurisina Giorgio Ret, il vicepresidente della Provincia di Trieste Igor Dolenc, il sindaco di Trieste Roberto Cosolini e, per i promotori del progetto, l'imprenditore Carlo Dodi assieme al project leader Cesare Bulfon e a Carlo Oppici, direttore generale di Valdadige, società che svolge il compito di general management di Portopiccolo, mentre i lavori edili sono stati assegnati alla Rizzani De Eccher di Udine.

Siamo di fronte, secondo l'assessore Brandi, a "un'idea ambiziosa, moderna e innovativa, a un investimento che rappresenta un'opportunità per il futuro del nostro territorio, capace di creare nuovi posti di lavoro qualificati nel turismo, un settore al quale l'Amministrazione regionale dedica programmi specifici di formazione".

Sarà molto importante, secondo l'assessore regionale al Lavoro, che Portopiccolo non resti "un'isola felice, ma che sappia integrarsi con il territorio circostante per cogliere tutte le sue potenzialità".

Il sindaco di Duino Aurisina Giorgio Ret ha ricordato il lungo periodo di gestazione di Portopiccolo, più di 15 anni, sottolineando come l'Amministrazione locale abbia voluto inserirlo all'interno di un più ampio disegno di valorizzazione di tutto il territorio comunale, superando le iniziali opposizioni e creando consenso nella comunità. Ret ha voluto ringraziare la Regione che, nelle ultime tre legislature e con tre presidenti diversi, non ha mai fatto mancare il suo appoggio al progetto, che rappresenta anche un caso esemplare – come da più parti è stato sottolineato – di recupero ambientale.

I lavori proseguono secondo il programma, che prevede l'inaugurazione del villaggio nella primavera del 2014. Nel periodo di costruzione saranno impiegati fino a circa 250-300 lavoratori e per la gestione delle attività turistiche, una volta che Portopiccolo sarà completato, verranno creati circa 230 posti di lavoro stabili.

A Portopiccolo sono state già completate le opere preliminari, con la realizzazione dei tracciati stradali e dell'impiantistica (fognature, tubature, servizi, cavi per l'illuminazione). Con la cerimonia di oggi si entra nel vivo della costruzione della cittadella turistica. Il villaggio si svilupperà su un'area di 353 mila metri quadri e comprenderà 396 residenze (più della metà sono state già prenotate), ma anche 120 unità alberghiere diffuse, 800 parcheggi sotterranei, 5 piscine, 11 tra bar e ristoranti, 25 locali commerciali, 97 posti barca, uno stabilimento balneare, una spiaggia pubblica e un centro benessere di 4 mila metri quadrati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here