Agricoltura: poste le basi per un accordo formale con la Baviera

569

Si può dire che manca solo il passaggio formale per mettere \”nero su bianco\” gli accordi verbali raggiunti durante la recente visita in Baviera dell\’assessore regionale alle Risorse rurali, agroalimentari e forestali Claudio Violino e del direttore dell\’Ersa Mirko Bellini. Durante il viaggio a Monaco dei giorni scorsi infatti, sono state poste le prime basi per un protocollo d\’intesa che coinvolgerà le due Regioni sui temi della promozione, della ricerca tecnico-scientifica e della formazione.
La visita in Baviera è stata l'occasione non solo per rinsaldare i rapporti istituzionali già esistenti tra l'assessore Violino, il direttore dell'Ersa Bellini e il dott. Theodor Weber, dirigente ministeriale della Baviera per quanto riguarda il settore agricolo, ma ha anche offerto l'opportunità di conoscere alcune realtà bavaresi importanti. Nella due giorni a Monaco, assessore e direttore hanno avuto l'occasione di visitare due degli istituti ministeriali più importanti per la ricerca e la formazione nel campo dell'agricoltura in Baviera. Si tratta dell'Istituto bavarese per la Ricerca in Agricoltura (LfL – Bayerische Landesanstalt fur Landwirtschaft) e dell'Istituto bavarese per la Viticoltura e Orticoltura (LWG – Bayerische Lansedanstalt fur Weinbau und Gartenbau). Il primo è un Istituto di ricerca con varie sedi in tutta la Baviera, specializzato per la zootecnia e le coltivazioni estensive. Il secondo invece, specializzato su orticoltura, florovivaismo e vitivinicoltura, comprende anche una scuola tecnica e professionale per la formazione in agricoltura.
Gli incontri istituzionali hanno previsto anche approfondimenti sulla promozione specifica dei prodotti friulani in Baviera e sulla formazione post-scolastica e universitaria, quest'ultima "molto interessante a livello di corso di studi e che meriterebbe una collaborazione", ha commentato l'assessore Violino, che a margine della visita ha espresso tutta la sua soddisfazione per "un accordo ormai raggiunto tra le parti, che necessita solo un passaggio formale. L'intesa su questi temi con la Baviera è totale e ci sono anche buoni margini per una fruttuosa collaborazione e uno scambio bilaterale che permetta una crescita per noi e per loro". Il prossimo passaggio infatti prevede proprio uno scambio, a livello tecnico, sui metodi e sui risultati nelle ricerche tecniche messe a punto nel campo dell'agricoltura.
"Già a fine estate potrebbe esserci la visita di tecnici dell'Ersa a Monaco – dicono assessore e direttore Bellini – proprio per far vedere anche a loro quali sono le attività svolte dall'LfL e dall'LWG. Non solo, speriamo che i tecnici tedeschi possano venire quanto prima a visitare i nostri centri, come Marianis, Pozzuolo e Pantianicco, affinché possano toccare con mano quali sono le attività che svolgiamo sul campo e nelle quali riusciamo ad eccellere". Sulla questione promozionale poi, si sta valutando la possibilità di creare un evento a Monaco che possa essere una vetrina per i prodotti agroalimentari e vinicoli della nostra Regione, per sviluppare un incoming di visitatori tedeschi nella nostra regione. "Sarebbe una grande opportunità da sfruttare, perché i bavaresi sono molto attenti alla qualità, cosa che riusciamo a proporre senza problemi", commenta l'assessore Violino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here