Vendola: “Puglia all’avanguardia ora diventi un distretto produttivo”

446

Inaugurato stabilimento produttivo di lamine e pannelli per la produzione di energia pulita del gruppo Marcegaglia, che a Taranto ha investito 15 milioni nel settore delle rinnovabili.
Una filiera del fotovoltaico in una regione come la Puglia, "all'avanguardia nel settore dell'energia pulita". Uno stabilimento per la produzione di lamine fotovoltaiche flessibili e pannelli per la produzione di energia solare, che prima venivano importate per essere installate. E' con soddisfazione che il governatore Nichi Vendola è intervenuto all'inaugurazione del nuovo complesso industriale Marcegaglia a Taranto.

"Siamo all'avanguardia in un settore, quello dell'energia pulita, a cui l'Europa guarda con grande attenzione. Siamo a un passo dal futuro e abbiamo creduto fortemente nelle energie rinnovabili nonostante l'assenza di linee guida e l'assurda scelta delle classi dirigenti di inseguire il nucleare. Il pannello solare fotovoltaico che si produce in questa fabbrica – ha aggiunto Vendola – è ideale per immaginare quella seconda fase dello sviluppo energetico da fonte rinnovabile in Puglia. Pensiamo alla copertura degli edifici civili, delle scuole, degli ospedali". "Il tema dell'autoproduzione per l'autoconsumo energetico è l'essenza di questi investimenti. Se si costruiscono filiere produttive come questa – ha concluso Vendola – si irrobustisce il tessuto industriale del nostro territorio".

Nel febbraio scorso erano stati installati sui tetti dei capannoni dello stabilimento di Taranto pannelli per 3,2 megawatt di fotovoltaico. "In quella occasione – ha precisato Antonio Marcegaglia – comprammo il prodotto finito per assemblarlo sui tetti. Oggi abbiamo i macchinari per la produzione di queste lamine che prima venivano importate e incollate. Da assemblatori, dunque, diventiamo anche autoproduttori delle lamine e seguiamo l'intera filiera produttiva. Solo per questa sfida del fotovoltaico a Taranto abbiamo stanziato 15 milioni di euro, ma in questi quattro anni il nostro gruppo ha investito oltre un miliardo di euro all'estero e soprattutto in Italia".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here