Presentati i risultati annuali degli interventi finanziati dal FSE in Puglia

510

\”Il Paese è intrappolato in una morsa di basso sviluppo. La formazione e la ricerca, ora più che mai, sono la strada per costruire lavoratori più formati e più qualificati: cioè per costruire le competenze che, da sole, possono produrre nuova crescita e competitività\”.
Lo ha affermato Alba Sasso, assessore regionale al Diritto allo Studio e alla Formazione professionale, nel suo intervento al convegno annuale sul Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo in Puglia. L'evento, dal titolo Governare le politiche attive per la crescita del capitale umano e dell'occupazione, è stato organizzato a Bari dall'Autorità di Gestione del PO FSE della Regione Puglia in collaborazione con l'ARTI.
Aprendo i lavori, la presidente dell'Agenzia regionale, Giuliana Trisorio Liuzzi, ha rimarcato proprio come la Puglia abbia in alcuni casi anticipato la Commissione europea nel dare centralità a formazione e ricerca nell'impostazione delle proprie politiche regionali: la maggior parte di queste politiche è tradotta oggi in azioni regionali di particolare successo, di cui alcune gestite dall'ARTI (come Borse di ricerca e Innovazione per l'occupabilità).

La Puglia ha saputo utilizzare sinora al meglio le risorse del FSE. Per il periodo 2007-2013, infatti, su un budget complessivo di 1.279 milioni di euro, la regione ha già allocato 700 milioni. L'ambito nel quale maggiore è stato l'investimento è quello dell'Asse "Capitale umano", sul quale sono stanziati oltre 400 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here