Montagna: in Veneto situazione pesante per esercenti funivie

553

\’\’Ho gia\’ predisposto l\’attivazione della Veneto Sviluppo affinche\’ venga costituto un pacchetto di azioni, che spaziano da un fondo di rotazione per gli impegni finanziari gia\’ presi e per fronteggiare interventi specifici del settore\’\’.
Lo ha annunciato l'assessore regionale al turismo del Veneto Marino Finozzi, a fronte della pesante situazione che sta attraversando il turismo montano, delineata dal Consiglio direttivo regionale di Anef, l'Associazione degli esercenti funiviari, che ieri ha lanciato un grido di allarme per lo stato di crisi registrato, ipotizzando soluzioni d'intervento a breve e medio termine.

Il comparto e' stato penalizzato dalla forte carenza di neve naturale e, in molti casi, dall'impossibilita' di produrre quella programmata, anche per i forti oneri previsti, tanto che in molte aree gli impianti sono ancora chiusi.

''Dai un primo bilancio, emerge una situazione fallimentare per molte societa' che – ha affermato il presidente di Anef Veneto Renzo Minella – a fine stagione rischiano davvero il tracollo economico. Troppi parlano dell'importanza del turismo e, per quello montano, dell'indispensabile presenza attiva del comparto funiviario, ma poi ci scontriamo con la realta' che e' fortemente diversa."

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here