Consiglio: ok risoluzioni maltempo e contro gasdotto Snam

686

Il Consiglio regionale d\’Abruzzo, ha approvato all\’unanimita\’ una risoluzione avente ad oggetto il maltempo dei giorni scorsi. Nel documento si chiede al governatore Gianni Chiodi di attivarsi presso il Governo nazionale per sollecitare l\’Esecutivo a garantire il ristoro, da parte dello Stato, di tutte le spese sostenute dagli enti locali per far fronte all\’emergenza, scongiurando l\’aumento delle accise sui carburanti e delle imposte regionali.
All'unanimità è stata approvata anche una risoluzione – proposta da Luca Ricciuti (PdL) e Giovanni D'Amico (PD), ma sottoscritta dai Consiglieri regionali di tutti i gruppi – sul progetto del metanodotto Snam in Valle Peligna. Il documento, che fa seguito a un'altra risoluzione, approvata in Consiglio lo scorso 18 ottobre, impegna Chiodi ad adempiere a una serie di prescrizioni: trasmissione al Ministero dello Sviluppo economico del parere contrario della Regione Abruzzo sull'attuale progetto del metanodotto e della centrale che la Snam vorrebbe realizzare in Valle Peligna; richiesta – allo stesso Ministero – di fermare l'iter e disporre la modifica del tracciato (cosi' come stabilito dalla risoluzione della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati); sospensione di ogni procedimento in atto da parte di organi e strutture della Regione e blocco del rilascio di pareri o autorizzazioni; richiesta al Governo centrale di istituzione di un tavolo tra tutti i soggetti interessati, al fine di individuare una soluzione alternativa sia per il metanodotto, che per la centrale di compressione. Via libera anche alla risoluzione che prevede l'apertura di un tavolo di lavoro sulla vertenza dei lavoratori della Sogesa, la societa' che gestisce il servizio rifiuti in alcuni Comuni del Teramano.

L'Assemblea ha poi approvato il progetto di legge sulle Associazioni di promozione sociale (Aps), che va a realizzare un regolamento del settore, dando una concreta risposta alle istanze provenienti dalle stesse associazioni, che avevano in piu' occasioni sollecitato l'istituzione del Registro regionale, requisito fondamentale per partecipare a bandi e gare d'appalto anche a livello nazionale.

E' legge anche il provvedimento sulla ''Promozione della cooperazione in Abruzzo nei settori dell'industria, del commercio e dell'artigianato''. Sono previste una serie di importanti novita', come l'istituzione, presso l'Assessorato regionale allo Sviluppo economico, della Consulta per lo sviluppo della cooperazione. L'organismo, di cui faranno parte rappresentanti della Regione Abruzzo e di ciascuna delle associazioni del movimento cooperativo, potra' formulare osservazioni, proposte, valutazioni e verifica delle politiche regionali per la cooperazione; esprimere pareri sui disegni di legge, di regolamento e sugli atti di programmazione in materia di cooperazione, nonche' su eventuali ulteriori provvedimenti per i quali la Giunta faccia richiesta; esprimere pareri sulla proposta del Piano degli interventi annuali; proporre alla Giunta regionale attivita' o interventi riguardanti il mondo della cooperazione. Viene inoltre introdotta la possibilita' della concessione di contributi alle imprese cooperative per finanziare, tra l'altro, progetti di ricerca, innovazione, internazionalizzazione, marketing, oltre che per il consolidamento delle passivita' e l'acquisto di attrezzature.

Il Consiglio regionale ha successivamente approvato un provvedimento sulla semplificazione delle procedure per l'erogazione dei contributi di esercizio alle imprese del trasporto pubblico locale e il rinvio al 31 dicembre dell'entrata in vigore della legge sulla riduzione del rischio sismico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here