Confmolise: compensare i crediti con la Pubblica Amministrazione con i tributi locali

550

Confmolise Impresa ritiene molto interessante e meritevole di attenzione l’idea proposta dal noto tributarista molisano Franco Mancini in merito alla compensazione tra tributi locali (regionali, in primis Irap, provinciali e comunali) e crediti che le imprese vantano nei confronti della pubblica amministrazione.
“Il sistema è praticamente bloccato, specie nella nostra regione dove la pubblica amministrazione incide molto sull’economia locale – dice il presidente di Confmolise Impresa, Giuseppe Montesanto – Ipotizzare meccanismi, a costo zero, che evitino drenaggi di liquidità alle già provate aziende molisane e nel contempo permettano loro di essere tranquilli negli adempimenti e negli obblighi tributari mi sembra un’idea interessante e promettente. Confmolise Impresa ha avviato un costruttivo rapporto con professionisti di primissimo livello nel Molise, come l’avvocato Franco Mancini. In questo modo pensiamo a soluzioni utili per le imprese associate e per la nostra economia. Il mondo sta cambiando e, anche nei rapporti con le istituzioni non ci si deve limitare solo ad un ascolto passivo o a mero presenzialismo. Dobbiamo portare idee e progetti che aiutino il sistema a superare questo difficile momento. D’altronde la crisi è forte, morde ogni giorno di più e la pubblica amministrazione non riesce a far fronte in tempi ragionevoli ai propri impegni economici. Nel contempo però non concede respiro alle imprese sulle proprie pretese tributarie. Quanto accaduto in Molise con l’emergenza neve rende ancora più di pressante attualità la necessità di trovare soluzioni che diano respiro agli operatori economici molisani. L’avvocato Franco Mancini ha ben precisato che questo tipo di ipotesi, ossia la compensazione tra crediti e tributi locali, va comunque definita a livello di governo centrale. Ma tenuto conto che non si è avuto sinora alcuna misura per i danni causati dagli eventi nevosi di qualche giorno fa Confmolise Impresa crede che la Regione Molise possa farsi portavoce presso il Governo di questa istanza e fare in modo che la stessa, ragionevole e motivata, possa essere accolta in tempi brevi dall’esecutivo nazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here