Edilizia:Riccardi, riforma ATER percorso aperto e partecipato

569

\”La riforma delle ATER-Aziende Territoriali per l\’Edilizia Residenziale in Friuli Venezia Giulia ha un solo obiettivo: rispondere al bisogno di alloggi dei cittadini, un bisogno che nel prossimo futuro si farà ancora più acuto\”.
Lo ha detto l'assessore regionale ai Lavori pubblici Riccardo Riccardi che, a Trieste, ha inaugurato un nuovo intervento dell'ATER: 180 appartamenti realizzati grazie alla riqualificazione dell'area dell'ex caserma Montebello di via Cumano, affacciata su piazzale De Gasperi. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti, assieme a Riccardi, il vicepresidente dell'ATER di Trieste Tullio Pantaleo, l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Trieste Laura Famulari, il presidente della VI Commissione del Consiglio regionale Piero Camber. "La riforma – ha sottolineato Riccardi – è un percorso obbligato, per liberare risorse e garantire quindi una risposta ai bisogni. Da qui alla prossima legge Finanziaria sarà dunque avviato un percorso di approfondimento, coinvolgendo tutti i soggetti interessati, con equilibrio, senza soluzioni precostituite, meno che meno quella di un'ATER unica regionale".
"Le ATER – ha voluto assicurare Riccardi – non sono Enti inutili da smontare, ma al contrario un patrimonio di professionalità da cui partire per attuare la riforma". Avviata nel 2006, la riqualificazione dell'area dell'ex caserma Montebello, da tempo abbandonata, ha permesso di realizzare quattro edifici di sette piani, suddivisi in due blocchi, con negozi, parcheggi, spazi verdi che si inseriscono nella vita del quartiere, con un investimento complessivo di 21 milioni di euro in parte reperiti grazie al Fondo unico regionale per l'Edilizia residenziale, in parte utilizzando risorse proprie dell'ATER di Trieste.
Le metrature degli appartamenti variano da 38 a 95 metri quadri, per una spesa media di 108.000 euro per alloggio. Ciascun edificio è dotato di ascensore, posti macchina interrati (276 in tutto), con un'attenzione particolare al risparmio energetico. La corte interna, che ha caratteristiche di piazza alberata, è aperta a tutti i residenti del quartiere. "Oggi – ha detto Riccardi – regaliamo un futuro a 180 famiglie, che avranno finalmente una casa, realizzando il sogno di una vita".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here