Il made in Italy in brasile, dal 21 al 24 maggio missione governo – regioni – sistema camerale

377

Si terrà dal 21 al 24 maggio la Missione Governo, Regioni, Sistema Camerale in Brasile, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con le Regioni, con il supporto dell’Ice-Agenzia per la promozione all\’estero e l\’internazionalizzazione delle imprese italiane e la partecipazione del Sistema Camerale. Il coordinamento della missione di sistema, che vede la partecipazione di 16 Regioni, è stato affidato alla Regione Marche, in virtù del suo ruolo di responsabile per l’Internazionalizzazione nella Conferenza delle Regioni. A guidare la delegazione marchigiana e quelle delle altre regioni, è il presidente delle Marche, Gian Mario Spacca, unico governatore che sarà presente in Brasile. “È di fondamentale importanza esserci – dice Spacca – perché su questa missione di sistema si è acceso un grande interesse delle imprese partecipanti e delle autorità brasiliane. Consolidare i rapporti di sistema Regioni-Governi-Camere di commercio dei due Paesi, accompagnare le micro e piccole imprese e sostenerle nei processi di internazionalizzazione, aprire le nostre economie ai mercati in forte crescita come quello brasiliano e rafforzare i rapporti con questo importante Paese non solo sul piano economico, sono gli obiettivi della missione. Quello che è stato assegnato alle Marche è un ruolo di grande responsabilità e particolarmente impegnativo, soprattutto perché la missione di sistema in Brasile ha riscosso un grande interesse tra le imprese: più di 700 hanno risposto “presente” con entusiasmo. Tra queste, circa 200 sono state selezionate, cercando la migliore combinazione con gli interessi che in Brasile si sono manifestati. Le aspettative sono dunque molto elevate e la Regione Marche ha lavorato con grande determinazione per non deluderle. Un lavoro che parte da lontano e che, in questi mesi, ha visto l’organizzazione di road show con il coinvolgimento di centinaia di imprese e di prestigiosi interlocutori in Brasile”.
La missione, che per il Governo sarà guidata dal Sottosegretario del Ministero degli Affari Esteri, Marta Dassù, ha l’obiettivo di rafforzare ulteriormente le relazioni economico-commerciali con il Paese Sudamericano, favorendo la penetrazione delle imprese italiane in un mercato che è la sesta economia del mondo e la seconda delle Americhe. La nuova formula della missione, per la seconda volta allargata anche alle Regioni, risponde all’esigenza di intraprendere un’azione istituzionale comune puntando in maniera decisa sull’ export, da cui passa in buona misura la ripresa del nostro Paese. Focus specifici riguarderanno i settori Aerospazio, Agroalimentare, Agroindustria, Automotive, Contract, Edilizia, Energia, Housing sociale, Legno – Arredo, Logistica, Meccanica, Nautica e Sistema Moda.
Con 20 imprese partecipanti, la delegazione marchigiana è tra le più numerose, segno della grande attenzione del sistema imprenditoriale marchigiano per il tema dell’internazionalizzazione. Le Marche, oltre a essere la Regione coordinatrice della missione, guideranno anche i settori del legno arredo, contract e housing sociale, in cui il nostro territorio detiene il primato, in termini di esperienze radicate e distretti industriali di riferimento.
“L’internazionalizzazione, nello scenario economico attuale – sottolinea Spacca – è una strategia “obbligatoria” anche per le micro e piccole imprese. Tuttavia, internazionalizzare non è un’impresa semplice. Nelle Marche, in particolare, sostenere e favorire l’internazionalizzazione delle micro e piccole imprese è essenziale: siamo la prima regione manifatturiera d’Italia in rapporto alla popolazione, la decima d’Europa. È indispensabile, dunque, che le nostre imprese partecipino a un processo di internazionalizzazione e abbiano un percorso che si realizzi all’interno di una logica di sistema. La Missione di Sistema in Brasile, che la Regione Marche è onorata di coordinare, rientra appieno in questa strategia, che vuole incentivare la presenza delle nostre imprese su quel mercato, ma anche sviluppare relazioni strutturali tra le due economie”.

IMPRESE MARCHIGIANE CHE PARTECIPANO:
Settore Energia: Astea Energia srl, Brandoni solare, Emis srl, Faam Group, New energy srl, Italia imprese, Spes;
Edilizia sostenibile: Casali spa, Diasen srl;
Agroalimentare-Agroindustria: Corima srl, Gino Girolomoni Coop, Guido Cocci Grifoni & C. srl società agricola, Terre Cortesi Moncaro soc. coop. Agricola;
Meccanica: Effegomma srl, Tecnopromec srl, Pieralisi Maip
Legno arredo: La Bottega dell’albergo spa, Lafano srl, Solage spa (Bontempi Casa), Teuco Guzzini spa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here