Manzato, Agea era dispendiosa. Realizzare organismi regionali

553

\’\’Dice bene Sergio Rizzo circa Agea: il finto federalismo costa. Io pero\’ aggiungo che costa almeno quanto il centralismo, che quasi sempre e\’ anche viziato da inefficienze e vere e proprie prevaricazioni\’\’. L'assessore all'agricoltura del Veneto Franco Manzato rifa' la storia dell'agenzia nazionale, ''che in origine si chiamava Aima e agli agricoltori, al solo evocarla, si accappona ancora la pelle''.

''Al suo enorme costo – prosegue – si aggiungevano altrettanta inefficienza e capacita' di errore, causa di sanzioni applicate all'Italia dalla Commissioni Europea per: indebiti, ritardati o mancati pagamenti (a migliaia) agli agricoltori e per mancati recuperi di indebiti pagamenti. In piu', era impossibile dialogarci per far valere i propri diritti''.

''Concordo sul fatto che l'istituzione degli organismi pagatori regionali costituisce un costo piu' pesante per i contribuenti – dice ancora l'assessore veneto – ma perche' questi devono pagare anche lo Stato che mantiene Agea e non viceversa, mentre la stessa Agea, anziche' decentrare proprio personale, ha aumentato il numero di dipendenti pur diminuendo il lavoro. Ricordo infine che proprio la Corte dei Conti, nella Relazione Speciale 2009 sugli 'Organismi Pagatori' in Italia, ha ben analizzato la situazione, richiamando 'tutte le Regioni al rispetto delle prescrizioni normative in argomento' e, 'rimanendo l'attuale situazione di stallo nella realizzazione del disegno normativo volto al completo decentramento delle funzioni di organismo pagatore', richiamando 'l'attenzione del Parlamento e del Governo per l'eventuale assunzione di iniziative di competenza'''.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here