ALLA BIT “URBINO CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019”. JACK LANG: “CITTÀ CULLA DI UNA NUOVA UTOPIA, SIMBOLO DEL NUOVO RINASCIMENTO EUROPEO”

646

“Urbino, una parola che da sola vuole dire Rinascimento. Urbino, non solo la storia ma anche il futuro: la culla di una nuova utopia, simbolo del nuovo Rinascimento europeo”. Parola di Jack Lang, già ministro della Cultura francese, Presidente del Comitato promotore di Urbino Capitale europea della cultura 2019. Del progetto ha parlato Lang in un video proiettato oggi allo stand Marche della Bit2013, nel corso di un incontro al quale hanno partecipato il presidente della Regione Marche e assessore regionale al Turismo Gian Mario Spacca, l’assessore al Turismo della Provincia di Pesaro Urbino, Renato Claudio Minardi, e il dirigente del servizio Turismo Cultura della Regione, Raimondo Orsetti. La candidatura di Urbino si sta rafforzando, grazie al coinvolgimento nel Comitato promotore, di personalità di livello mondiale, come l’ex primo ministro tedesco Gerhard Schroder, molto legato al territorio pesarese, Umberto Eco e premi Nobel. “Urbino – ha detto Lang – è una delle città più brillanti ed emblematiche del Rinascimento italiano. Perché Urbino capitale europea della cultura? Perché può incarnare lo spirito di un nuovo Rinascimento per l’Europa. E’ un programma magnifico e Urbino ha grandi chance di proporre all’Italia e all’Europa una serie di iniziative culturali, economiche, universitarie che la renderanno il centro del pensiero europeo. Urbino vuol dire anche Marche, regione in cui le città sono esse stesse il simbolo di un’utopia. La candidatura di Urbino ha tutto per sedurre, per creare dinamismo e vivacità culturale e sono certo che le autorità italiane ed europee la sceglieranno quale Capitale europea della cultura. Urbino sarà allora il centro dell’Europa e per chi, come me, è innamorato di questa città, sarà una grande gioia”.

Urbino e, con essa, tutte le Marche. Il progetto Capitale europea della cultura, ha infatti sottolineato il presidente Spacca, coinvolge tutto il territorio regionale. “Jack Lang – ha detto Spacca – ha condiviso e sposato completamente questo progetto, tanto da avere accettato di presiedere il Comitato promotore. Lang, oltre ad essere una personalità di grande prestigio, è anche l’ideatore del programma Capitale europea della cultura, con il quale si chiama di volta in volta una città ad essere luogo in cui l’Europa riflette su se stessa. Abbiamo le carte in regola perché Urbino diventi la Capitale europea 2019: la nostra identità regionale, la ricchezza culturale delle nostre città, l’immagine che Jack Lang proietta su questo progetto ci consentiranno, se saremo uniti, di arrivare al 2015, quando ci sarà la selezione, con un progetto forte e convincente e di avere poi quattro anni per concretizzarlo”.

In Italia sono 22 le città che concorrono. La domanda di partecipazione alla selezione va presentata entro ottobre, con una proposta e un progetto già delineato in tutti i suoi aspetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here