XIII edizione del Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio

556

Oltre 260 delegati stanno partecipando alla XIII edizione del Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio a Medjugorie, animando i tavoli di lavoro tematici su turismo, agricoltura, trasporti, imprenditoria femminile, pesca-ambiente. Esperti internazionali provenienti dal mondo pubblico e dal settore privato si sono confrontati per individuare direttrici e strategie comuni in ambito economico che dovranno essere le basi per la costituenda macroregione adriatico ionica. Rodolfo Giampieri, presidente della Camera di Commercio di Ancona e vicepresidente del Forum “Stiamo lavorando per far riconoscere ai mercati internazionali la Macroregione Adriatico Ionica come unica destinazione turistica e quindi croncretizzare reali opportunità di business. Questo stimolo è stato condiviso da tour operator, imprenditori, e istituzioni internazionali che hanno animato il tavolo del turismo. In questa direzione va la politica di branding, con il logo Adrion con il quale puntiamo a candidarci come itinerario culturale europeo, anche attraverso la partecipazione a bandi dedicati ai prodotti tematici turistici transnazionali (cultura, artigianato, gastronomia, ecc.).”
Adrion, logo di proprietà del Forum dal 2008, costituisce il marchio ombrello ed è simbolo dell'Unione della Macroarea Adriatico Ionica (Adr+Ion). L’inserimento del logo Adrion nella Comunicazione della Commissione Europea 713 del 30.11.2012: "Una strategia marittima per il Mare Adriatico e il Mare Ionio" costituisce inoltre, senza dubbio, un riconoscimento prestigioso e incita nel continuare a perseguire l'ambizioso obiettivo di prevedere il bacino adriatico ionico tra gli Itinerari Culturali Europei del Consiglio d'Europa.
La futura Macroregione, contando circa un milione e 200 mila imprese attive, riveste un ruolo importante sotto il profilo economico e commerciale ed è su questa base che appare necessario promuovere sui territori dell’area un’unica strategia di branding sensibilizzando tutti gli operatori economici sulla necessità di avere una visione di sviluppo condivisa per un'area così determinante per lo stesso futuro dell'Unione Europea.
Rodolfo Giampieri ha inoltre presentato l’idea del progetto “Ospitalità Adriatica” che possa partire dall’esperienza di successo legata a “Ospitalità Italiana”, l’iniziativa promossa dal sistema camerale italiano del marchio di qualità Ospitalità Italiana che, con oltre 6.000 imprese turistiche certificate in Italia e più di 1.000 all’estero, costituisce una rete strategica per attivare concrete azioni di promo-commercializzazione divenendo una vetrina privilegiata per promuovere alla clientela italiana ed estera pacchetti turistici ed itinerari ad hoc verso l’area Adriatico-Ionica.
Giovedì (domani) oltre alla presentazione dei risultati dei tavoli tematici di lavoro, verranno rinnovati i vertici del Forum e verranno eletti il nuovo presidente e il nuovo vicepresidente.
Ad oggi il Forum unisce 34 Camere di Commercio e dell’Economia appartenenti ai 7 Paesi dell’area e 3 membri sostenitori (la Provincia di Ancona, la Camera di Commercio nazionale della Serbia e l’Assonautica Nazionale con sede a Roma) nonché Unioncamere nazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here