Montenegro: cooperazione bilaterale centrata su salute e turismo

890

Nell\’ambito dei sette progetti che la Regione Friuli Venezia Giulia sta portando avanti da alcuni anni in Montenegro, con un investimento complessivo pari a circa 500 mila euro, l\’attenzione è al momento focalizzata su due interventi (per un totale di 150 mila euro) riguardanti lo scambio di esperienze nel campo della salute mentale e la cooperazione turistica.
Il progetto "Iniziativa Montenegro", di cui il Comune di
Monfalcone è lead partner, prevede l'installazione di un
ascensore per bambini disabili nell'ambulatorio della città di
Tivat e la promozione delle conoscenze, maturate in seguito alla
riforma Basaglia (legge 180) all'interno del dipartimento di
Salute mentale di Trieste, nell'ospedale psichiatrico di Kotor
(Cattaro); in tale ambito si sta predisponendo anche la
traduzione del film sulla vita di Basaglia, di recente trasmesso
dalla Rai.

Il progetto "Turismo Montenegro" ha come obiettivo, invece, la
realizzazione di una piattaforma informatica che sarà messa a
disposizione dei turisti che frequentano la costa montenegrina,
nello specifico le Bocche di Cattaro, dove è molto diffusa
l'architettura che risale ancora al periodo dell'amministrazione
della Repubblica di Venezia. Con l'intenzione di attrarre i
turisti nell'Adriatico settentrionale, il portale offrirà agli
utenti anche le informazioni riguardanti le località turistiche
del Friuli Venezia Giulia.

"Ci fa onore – ha affermato l'assessore alla Cultura e alla
Solidarietà Gianni Torrenti – poter condividere con il
Montenegro, un Paese in transizione e con una situazione
socio-economica non stabilizzata, le 'nobili esperienze',
maturate a Trieste con la riforma Basaglia. Queste iniziative
contribuiscono a rafforzare in modo significativo i rapporti
bilaterali tra il Friuli Venezia Giulia e il Montenegro, che ha
presentato domanda di adesione all'Unione europea".

I progetti che il Friuli Venezia Giulia, in base alla legge
19/2000 (Cooperazione internazionale e allo Sviluppo), ha in atto
nel Paese balcanico riguardano la miticultura, l'ostricoltura,
l'arte del merletto, il terzo settore e quello del legno. Tra i
partner di questi progetti vi sono l'Agenzia della Democrazia
locale di Niksic e la Comunità degli italiani del Montenegro.
Allo studio anche un collegamento giornaliero aereo Ronchi dei
Legionari-Tivat, per orientare verso il Friuli Venezia Giulia
l'"attitudine" allo shopping dei numerosi turisti russi presenti
nel corso dell'estate in Montenegro.

Tra le varie iniziative svolte, la Regione ha finanziato a
Niksic, seconda città del Montenegro, la ristrutturazione
dell'edificio che ospita l'Agenzia per l'inserimento lavorativo
delle persone disabili. I lavori, realizzati in cooperazione con
la Caritas di Udine, sono costati 40 mila euro; agli addetti
all'Agenzia sono stati trasferiti anche metodi e competenze per
gestire l'attività di collocamento delle persone disabili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here