Direttiva Alluvioni: al via il processo di prevenzione del rischio da alluvione

684

La cittadinanza chiamata a due incontri in giugno. Il 10 a Cervia, il 14 a Bologna. L’obiettivo è dare voce a coloro che il territorio lo vivono e ne fanno esperienza quotidiana per costruire insieme la strategia regionale di prevenzione del rischio da alluvione. Il processo partecipativo “SEINONDA”, lanciato dalla Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con le Autorità di Bacino e tutto il sistema della difesa del suolo, è caratterizzato da incontri per rendere le comunità locali vere protagoniste del percorso di elaborazione del Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni.
Il Piano, previsto dalla Direttiva comunitaria 2007/60/CE, si propone come strumento indispensabile sia per una sostenibile e efficace pianificazione del territorio che per la gestione degli eventi di protezione civile.
“Nella sua predisposizione riteniamo fondamentale il coinvolgimento delle stesse comunità locali, alle quali intendiamo attribuire un ruolo centrale attraverso uno specifico calendario di appuntamenti aperti a cittadini, gruppi e associazioni”, spiega l’Assessore alla sicurezza territoriale Paola Gazzolo. “Si tratta di momenti importanti per condividere le conoscenze e le responsabilità sul rischio da alluvione, rafforzando nella popolazione la consapevolezza del rischio e delle misure per prevenirlo e affrontarlo”.

Sono due i workshop del processo “SEINONDA” programmati nelle prossime settimane, che rientrano nell’ambito della prima “Settimana regionale della Protezione civile e della prevenzione dei rischi”.

Il primo workshop, SEINONDA SULLA COSTA, si terrà il 10 giugno a Cervia (Ra), presso la Sala XXV Aprile, Piazza XXV aprile n. 11, alle ore 17.00. Il secondo, SEINONDA DA FIUMI E CANALI, si svolgerà il 14 giugno a Bologna presso il Parco Nord (Tenda della Croce Rossa), a partire dalle ore 9.30. Per partecipare a questi due incontri bisogna obbligatoriamente registrarsi a questi indirizzi: Workshop Cervia e Workshop Bologna.

Si può inoltre partecipare alle attività per la realizzazione del Piano di Gestione del rischio di alluvioni, mediante la piattaforma per la partecipazione, ioPartecipo+, accedendo nella Piazza “SEINONDA”.
“Anche attraverso l’utilizzo della rete e delle opportunità offerte dai nuovi media, dai territori può partire quella rivoluzione capace di diffondere vera cultura di autoprotezione, rendendo i cittadini attori determinanti nell’individuazione dei rischi e delle modalità con cui difendersi”, conclude l’Assessore Gazzolo. “Sono fermamente convinta che quella della sicurezza è una sfida che riguarda tutti, nessuno escluso”.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Servizio Difesa del Suolo della Regione Emilia Romagna: 051 527 6811, email: direttivaAlluvioni@regione.emilia-romagna.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here