Fondi strutturali UE: Marchet e Ice Incontrano le imprese

546

È dedicato ai Fondi Strutturali e di Investimento Europei, l’incontro in programma per giovedì 4 febbraio dalle ore 9.00, alla Loggia dei Mercanti di Ancona. Tali fondi sono i principali strumenti finanziari della politica regionale dell\’Unione europea il cui scopo è quello di rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale riducendo il divario fra le regioni più avanzate e quelle in ritardo di sviluppo. L’evento, che ha suscitato moltissimo interesse, è organizzato dall’Azienda Speciale Marchet, dal Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio e dalla Camera di Commercio di Ancona in collaborazione con ICE – Agenzia per la promozione all'estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Aprono i lavori i saluti di Giorgio Cataldi, presidente della Camera di Commercio di Ancona, e Rodolfo Giampieri, presidente del Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio.
La giornata vede come relatori gli esperti dell'Agenzia ICE e della Regione Marche che illustreranno le opportunità che si creeranno nei paesi dell’Europa Orientale grazie alla nuova programmazione 2014-2020, con particolare riferimento a Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria.
Oltre 100 iscritti al seminario e più di 120 gli incontri personalizzati richiesti con gli esperti dell’ICE.
Il seminario è strutturato in due parti: durante la mattinata verranno illustrate le modalità di accesso ai fondi e la loro ricaduta per l’economia territoriale e per i partner dei Paesi dell’Europa orientale. Durante il pomeriggio si svolgeranno gli incontri personalizzati durante i quali si potranno ricevere informazioni e assistenza su bandi, programmi operativi, gare d'appalto; curare rapporti con le istituzioni estere coinvolte nella gestione dei fondi UE e con gli enti e associazioni italiane; erogare servizi informativi mirati alla creazione di partnership con operatori steri attraverso la presentazione di progetti congiunti da realizzarsi all’estero e finanziabili attraverso l'utilizzo dei fondi strutturali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here