Croazia-Slovenia, lite per il mare conteso

2282

Lubiana ha diritto a un accesso marittimo e ha ragione nella disputa con Zagabria: è il verdetto emesso dalla Corte internazionale d\’arbitrato. Ma la Croazia non ci sta e promette battaglia. Sulla baia di Pirano alla fine decide la Corte dell\’Aja. La Slovenia ha diritto a un accesso marittimo e ha ragione nella disputa con la vicina Croazia sulle acque attorno alla baia di Pirano, che appartiene in buona parte a Lubiana. Secondo i giudici dell’Aja, il Golfo di Pirano appartiene in buona parte alla Slovenia, che mantiene così un accesso alle acque internazionali tramite un corridoio di 2,5 miglia nautiche, mentre i confini terrestri fra i due Paesi nella penisola istriana corrono lungo il percorso del fiume Dragogna e finiscono nel mezzo del canale di Sant’Odorico. Ecco il verdetto emesso dalla Corte internazionale d'arbitrato dell'Aja, che, in sostanza, dà ragione al punto di vista del governo sloveno. Ma la Croazia non ci sta: “Rifiuteremo di applicare la decisione della Corte – ha subito detto nella capitale croata Zagabria il premier Andrei Plenkovic – la sentenza per noi non è vincolante in nessun caso. Non abbiamo intenzione di tradurre in pratica il verdetto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here