A Protom il “Premio Imprese per Innovazione”

361

L’azienda opera nell’IT, Advanced Engineering, Consulting e Training con soluzioni innovative per permettere ai clienti di essere sempre più competitivi. Nel periodo 2011-2017 gli investimenti di Protom in ricerca ed innovazione hanno superato il 15 per cento del fatturato.

Confindustria ha assegnato  il “Premio Imprese per Innovazione” a 12 aziende che hanno investito con successo in ricerca e innovazione tra cui Protom Group SPA (www.protom.com), azienda fondata più di 25 anni fa da Fabio De Felice ed entrata a novembre in Elite, il programma di Borsa Italiana e Confindustria per le imprese ad alto potenziale, per supportare il suo percorso di crescita legato ad innovazione e internazionalizzazione.

Il Premio, realizzato in collaborazione con La Fondazione Giuseppina Mai, Confindustria Bergamo, con il sostegno di Warrant Group e con il supporto tecnico dell’Associazione Premio Qualità Italia (APQI), è il primo in Europa ad aver adottato i parametri dell’European Foundation for Quality Management (EFQM).

Le altre aziende vincitrici del 2017 sono: Adige Spa, Argotec SRL, Farmalabor Srl, Fluid-o-Tec SRL, Masmec Spa, Oikos Srl, Opus Automazione Spa, Solvay Specialty Polymers Italy SpA, T.T. Tecnosistemi SPA, Thales Alenia Space Italia Spa, Vetrya Spa.
Il Premio “Imprese per Innovazione” partecipa, per la categoria Industria e Servizi, al Premio dei Premi, riconoscimento istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri su mandato del Presidente della Repubblica.

Fabio De Felice

Con cuore operativo in Italia a Napoli e Milano, uffici in Francia, Inghilterra e Brasile, Protom è un’azienda di consulting e system integration. Inizialmente aveva il suo core business nella formazione e nella consulenza direzionale. Con il tempo le attività dell’azienda si sono diversificate, permettendole così di operare in numerosi mercati attraverso quattro Business Unit: IT, Advanced Engineering, Consulting e Training. L’integrazione delle diverse divisioni consente di progettare soluzioni altamente innovative, senza perdere l’approccio tailor-made, necessario alla realizzazione ottimale di ciascun progetto.

L’azienda lavora con i big player del comparto metalmeccanico nell’aeronautica, nel ferroviario e nell’automotive come Leonardo, Superjet, Piaggio Aerospace, Airbus, FCA e ATR, Hitachi Rail Italy e Rolls Royce.

“Siamo orgogliosi – spiega il fondatore di Protom Fabio De Felice – di aver vinto questo Premio che ci sprona a fare sempre di più e meglio. Come azienda abbiamo investito più del più del 15% del fatturato tra il 2011 e il 2017 in progetti di Ricerca e Innovazione per un totale di oltre 10 milioni di euro, con l’impegno di un monte lavorativo di circa 80.000 ore.
Grazie al nostro Innovation Lab guidato da Sergio Cotecchia, Protom si colloca in prima linea per utilizzo puntuale e mirato del programma europeo Horizon 2020”.

Molto significativo è il “Success rate”, ossia la percentuale di proposte approvate, rispetto a quelle presentate in H2020 da Protom. L’azienda ha ottenuto il 20,7%, un dato superiore alla media nazionale dell’11,7%, e a quella UE 28, pari al 13,3%.

“Quando abbiamo creato l’Innovation Lab – dichiara Fabio De Felice – eravamo convinti che per crescere non basta produrre innovazioni, ma bisogna dedicarsi ad un aspetto spesso trascurato, che è la loro gestione. Promuovendo la creazione di una mentalità imprenditoriale del personale nella sperimentazione, nel challenge learning, nell’accettazione dei rischi; pianificando azioni strategiche e operative; formando e sviluppando le risorse umane a supporto dei nuovi processi organizzativi e produttivi”.

Tra i più recenti successi di Protom spicca la partecipazione al progetto di Airbus Helicopter per la realizzazione di un dimostratore del “Compound Helicopter”, sviluppato all’interno del programma di ricerca europeo Clean Sky 2.
Protom è anche la realtà che ha vinto la gara internazionale per realizzare a Napoli, a Città della Scienza, Corporea, il primo e più interattivo Museo dedicato al corpo umano e il più grande investimento in cultura realizzato in Europa.