Una nuova luce sul Porto Storico di Ancona

1164

Al via il bando di concorso di progettazione, sarà pubblicato la prossima settimana, avrà come scadenza il 27 febbraio. Al primo classificato andranno 21.625 euro. Un finanziamento di 2.260.000, lavori terminati fra circa 12/18 mesi

La conferenza stampa a Palazzo degli Anziani (AN)

Il Piano Strategico della città di Ancona cui abbiamo dedicato al copertina dell’ultimo numero della nostra rivista (Sfoglia il giornale)

muove il suo primo passo con la presentazione del concorso di progettazione per la nuova illuminazione del fronte mare presentato questa mattina a Palazzo degli Anziani ad Ancona. Si tratta dell‘ITI WATERFRONT di Ancona 3.0 (stanza n. 5 ndr) il programma per antonomasia di StrategicAncona, quello che prevede un complesso di progetti che porteranno alla ricucitura tra il porto antico e la città storica, un programma per il quale Ancona ha ottenuto 6.2 milioni di risorse europee.

Gli obiettivi del bando di concorso sono di ridurre i consumi energetici ricorrendo a tecnologie illuminotecniche con fonti luminose ad alto risparmio energetico ed altra duratura, dotate di sistemi “intelligenti” autoregolanti e capaci di ridurre l’inquinamento luminoso; valorizzare il palinsesto urbano storico – culturale del fronte mare; in area portuale garantire un efficiente sistema d’illuminazione in gradi di valorizzare il patrimonio storico – monumentale, ma anche la funzionalità e la sicurezza delle attività portuali e, infine, aumentare le potenzialità della rete d’illuminazione pubblica e servizi di Wi – Fi e di videosorveglianza.

I valori economici del concorso

Finanziamento totale 2.260.000 euro (di cui 1.860.000 fondi ITI e 400.000 euro dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale). L’importo dei lavori per la realizzazione della nuova illuminazione è di 1 milione e 700mila euro. Il concorso di progettazione, aperto per acquisire il progetto di fattibilità tecnico economico si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione di tre premi (al netto di oneri previdenziali e IVA). Al primo classificato andranno 21.625 euro, al secondo 6.178 e al terzo 3.089. Al primo classificato sarà affidata con procedura negoziata la progettazione definitiva ed esecutiva.

 

Valeria Mancinelli sindaco di Ancona

Valeria Mancinelli

“Oggi iniziamo l’avvio concreto del Piano Strategico proprio sul tema della cerniera “Terra – Mare” che è elemento centrale di tutta la strategia. Non lo facciamo da soli, ma con partner molto importanti come l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale, Univpm Università Politecnica delle Marche, la Soprintendenza delle Marche e CNR-ISMAR e con il sostegno della Regione Marche e di due importanti città marchigiane come Pesaro e Ascoli”.

Luca Ceriscioli presidente Regione Marche

Luca Ceriscioli

“Tutto quello che non viene speso ci viene tolto, i primi obiettivi che la Regione persegue una volta assegnati fondi è vedere i progetti diventare realtà”.

 

Ida Simonella assessore con delega al Porto del Comune di Ancona

Ida Simonella

“Sarà una grande operazione di valorizzazione di tutta l’area tanto dal punto di vista storico – architettonico sia dal punto di vista meramente infrastrutturale. Gli oltre 350 punti luce che saranno installati, infatti, saranno una vera e propria infrastruttura a tutto tondo e permetteranno l’istallazione di accessori relativi alla navigazione Wi – Fi e alla videosorveglianza”.

 

Rodolfo Giampieri presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale

Rodolfo Giampieri

“Finanziare un progetto come questo è per noi più un piacere che un dovere poiché ci troviamo oggi a presentare una bella cosa. Il tema del bello deve entrare nel nostro agire quotidiano, d’altronde la qualità della vita nelle città si misura anche, se non soprattutto, in questi termini e, voglio ricordarlo, rispettando in maniera scrupolosa l’ambiente”.

 

 

Sauro Longhi rettore Univpm Università Politecnica delle Marche

Sauro Longhi

“Questo progetto riguarda una parte fondamentale di Ancona e, possiamo dircelo, decisamente molto bella. Le città del futuro innescheranno un meccanismo virtuoso cui Ancona non può e non deve sottrarsi, una serie di trasformazioni anche relative al mondo del lavoro e delle professioni che saranno sempre più innovative e votate alla ricerca. La luce ha uno scopo preciso: quello di valorizzare la realtà, il consiglio che sento di dare ai progettisti è di “osare” e interpretare con coraggio ed ambizione questo concorso”.

 

Antonello delle Noci  assessore al bilancio del Comune di Pesaro

Antonello delle Noci

“Siamo ben lieti di aver partecipato attivamente a questo progetto. Il cambiamento del nostro capoluogo di Regione, Ancona, è sotto gli occhi di tutti e, mai come oggi, le città di Pesaro e Ancona sono vicine”.

Gabriele Costantini

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here