Ancona va al ballottaggio Mancinelli Vs Tombolini

437
Valeria Mancinelli

Gli aventi diritto al voto nel Comune di Ancona erano 80.551 e la votazione si è svolta in 100 sezioni elettorali. Il ballottaggio si terrà fra due settimane, il 24 giugno

Servirà il ballottaggio per eleggere il nuovo sindaco di Ancona, uno dei 16 comuni chiamati alle urne nelle Marche per la tornata delle amministrative. I dati del Viminale, hanno decretato che la candidata del centrosinistra e sindaca uscente Valeria Mancinelli ha ottenuto il 48%. Segue, intorno al 28,4%, lo sfidante del centrodestra Stefano Tombolini. Saranno loro due a contendersi la poltrona di primo cittadino il prossimo 24 giugno. In questo primo turno, Daniela Diomedi del M5s è arrivata terza, più staccata, con il 17,05%. I dati indicano un’affluenza alle urne del 54,59% (in calo rispetto al 58,19% registrato nella tornata elettorale precedente).

I candidati

I candidati in corsa per la poltrona di sindaco erano quattro. Il centrosinistra ha schierato la prima cittadina uscente, Valeria Mancinelli, la cui candidatura è sostenuta da Partito democratico, Uniti per Ancona, Centristi per Ancona, Ancora per Ancona e Verdi. A sfidarla, Stefano Tombolini, esponente della lista civica 60100 che ha l’appoggio di Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, Udc e Servire Ancona. Il Movimento 5 stelle ha candidato Daniela Diomedi. Mentre Francesco Rubini è il candidato della lista Altra idea di città.

Valeria Mancinelli

Valeria Mancinelli

“Ancona è una città piccola o media e i cittadini hanno elementi concreti e diretti. Noi continueremo a lavorare sulle cose e sui progetti per la riqualificazione di Ancona, continueremo a lavorare per investire quei 70 milioni di euro che abbiamo vinto tra bandi nazionali e europei per la riqualificazione della città”. Così la sindaca uscente. “Dico ai nostri elettori e a chi non è andato a votare in questo primo turno – ha aggiunto – che insieme non interromperemo questa fase di grande rilancio della città, state al nostro fianco: insieme a noi costruiamo un altro tratto di strada perché Ancona diventi una cosa grande e bella”.

Stefano Tombolini

Stefano Tombolini

“I dati parlano chiaro. Chi stava sui banchi dell’opposizione e ha proposto il cambiamento, seppur separatamente, oggi ha la maggioranza. Possiamo costruire l’alternativa ad un sistema lobbistico e di potere che noi vogliamo arrivare a cambiare. Io spero che riusciremo a metterci insieme anche attraverso la creazione di un contratto basato sui programmi. In questo modo possiamo arrivare al ballottaggio con i numeri giusti per cambiare questa città – afferma Tombolini-. Apriremo un tavolo di confronto con le altre forze politiche che sono escluse dalla seconda fase quindi con il Movimento 5 Selle e con Altra Idea di Città. Se è vero che c’è “un’altra idea di città” questo è il momento di dimostrarlo”.

Gianluca Carrabs

“La lista dei Verdi, che ha ottenuto il 4,34% dei voti, ha fornito un supporto importante alla coalizione di Centrosinistra a sostegno del candidato sindaco Valeria Mancinelli, consentendole di ottenere un importante risultato. La candidata non è riuscita nell’elezione al primo turno per una manciata di voti, ma siamo pronti per la sfida finale, fra 15 giorni. Nel territorio di Ancona è stata arginata la deriva demagogica e xenofoba anche grazie ai Verdi, che hanno improntato la loro campagna elettorale sul tema dell’ecologia della politica.”. Così in una nota Gianluca Carrabs, Coordinatore Nazionale dei Verdi Italiani, che spiega:
“L’esito elettorale è una prima vittoria per tutte le forze moderate, democratiche, progressiste ed ecologiste. L’obiettivo da raggiungere era tutt’altro che facile, considerato l’esito delle Politiche del 4 marzo. Adesso è necessario che tutte le forze della coalizione diano il loro massimo contributo per affrontare il ballottaggio”.
“I Verdi, forti del riscontro positivo, continueranno a supportare con fiducia ed entusiasmo Valeria Mancinelli nella sua corsa al Comune di Ancona.“ Conclude Carrabs

2013

Nell’ultima tornata amministrativa ad Ancona, nel 2013, al primo turno votarono 47.138 cittadini su 80.999 aventi diritto, per un’affluenza del 58,20%. Si andò al ballottaggio, dove l’affluenza scese al 41,98% e Valeria Mancinelli riuscì a conquistare la poltrona di sindaco ottenendo il 62,59% dei voti contro il 37,14% del suo sfidante, l’allora candidato del centrodestra, Italo d’Angelo. Al primo turno, invece, la candidata del centrosinistra aveva ottenuto il 37,65%. Mentre il candidato del Pdl il 20,52. Nel 2013 il candidato del M5s ottenne il 15,02%, quello di Sel e Rifondazione comunista il 9,54%. Staccati gli altri sei candidati.