L’Ordine degli Avvocati di Ancona a sostegno del presidio di Fabriano e di Senigallia

590

Presidente Bachiocco: “Solo Jesi non è in pericolo”

 “Non solo della sede di Fabriano ma anche quella di Senigallia ci stiamo occupando”. Ecco come Serenella Bachiocco, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Ancona ha sottolineato il ruolo dell’Ordine in una vicenda lunga e complessa. “Il mantenimento dei presidi decentrati è di primaria importanza per l’amministrazione della giustizia” – ha detto. “Sul caso Fabriano abbiamo partecipato a diversi incontri e sia con l’amministrazione comunale che con il presidente del Tribunale così come con i colleghi dell’Associazione Giuridica Fabrianese c’è grande sinergia. Per altro l’avvocato Scaloni, è anche membro della giunta comunale e posso garantire che si guardi tutti nella stessa direzione soprattutto per il territorio, e non tanto o non solo per gli avvocati o per il sistema giustizia. Accentrare tutto ad Ancona in carenza di personale significa rallentare i tempi di una giustizia già ingolfata in grave carenza di personale, aggravare una situazione critica e non considerare riforme che andranno in vigore in un futuro prossimo– ha concluso l’avvocato Bachiocco.

Dopo Fabriano anche Senigallia. “Anche per quel presidio c’è preoccupazione e ci siamo attivati avendo già incontrato il sindaco Mangialardi. Per il presidio di Jesi invece ad oggi non ci risultano criticità o motivi di preoccupazione” – ha concluso l’Avv. Serenella Bachiocco.