Aeroporto di Bologna: via libera allo sviluppo infrastrutturale

220

La Conferenza dei Servizi avente ad oggetto l’accertamento di conformità urbanistica del
Piano di Sviluppo Aeroportuale 2016-2030, promossa da Enac in relazione all’aggiornamento del Masterplan dell’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, si è
conclusa con il parere favorevole con prescrizioni degli Enti di livello statale e territoriale.

Gli interventi di sviluppo infrastrutturale inclusi nel Masterplan dell’aeroporto bolognese
saranno progettati e realizzati, supportando lo sviluppo ed i livelli di servizio dello scalo con soluzioni tecniche e tempistiche tali da assecondare i trend di crescita del traffico e la piena sostenibilità, nel rispetto delle prescrizioni del Decreto VIA e degli atti ed accordi attuativi di livello territoriale.

Il Masterplan prevede la realizzazione per fasi di una serie di interventi, i cui punti
caratterizzanti sono l’ampliamento del Terminal passeggeri, che comporterà un aumento
delle superfici di oltre 20 mila metri quadrati, la realizzazione di un parcheggio multipiano
per le automobili dei passeggeri e per autonoleggi con 2.000 posti auto aggiuntivi ed altresì
una fascia boscata di circa 40 ettari a nord dello scalo, per assorbimento di anidride carbonica ed altre opere di compensazione e mitigazione ambientale.

Il via libera odierno da parte della Conferenza dei Servizi costituisce un passaggio
amministrativo essenziale per il processo di sviluppo dell’Aeroporto di Bologna ed è il
risultato della fattiva collaborazione tra Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, ENAC,
Ministero dell’Interno, Ministero dell’Ambiente e Territorio e Tutela del mare, Regione
Emilia-Romagna, Città Metropolitana di Bologna, Comune di Bologna e Comune di Calderara di Reno.

L’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, classificato come “aeroporto strategico” dell’area Centro-Nord nel Piano nazionale degli Aeroporti predisposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è oggi il settimo aeroporto italiano per numero di passeggeri, con 9,4 milioni di passeggeri nel 2019 (Fonte: Assaeroporti). Situato nel cuore della food valley emiliana e dei distretti industriali dell’automotive e del packaging, l’Aeroporto ha una catchment area di circa 11 milioni di abitanti e circa 47.000 aziende con una forte propensione all’export e all’internazionalizzazione e con politiche di espansione commerciale verso l’Est Europa e l’Asia.

La presenza nello scalo di alcune delle maggiori compagnie di bandiera europee insieme ad alcuni dei principali vettori low cost e lo stretto legame con gli hub Internazionali fanno dello scalo di Bologna il quarto aeroporto in Italia per connettività mondiale (Fonte: ICCSAI – Fact Book 2019).

Per ciò che riguarda l’infrastruttura aeroportuale, l’Aeroporto ha tra gli obiettivi strategici dei prossimi anni un importante piano di sviluppo relativo soprattutto all’espansione del Terminal passeggeri, in particolare nell’area dei controlli di sicurezza e dei gate di imbarco.

Obiettivo della società è quello di fare dell’Aeroporto di Bologna una delle più moderne e
funzionali aerostazioni d’Italia, importante porta di accesso alla città ed al territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here