Praticità e valore estetico sono le caratteristiche dei piani di lavoro nei modelli di cucina Ernestomeda

207

Nell’ambiente cucina di oggi, l’esigenza di avere spazi confortevoli e multifunzionali è sempre più evidente. Negli ultimi anni la casa è diventata un luogo di lavoro, di studio, di ristoro e, di conseguenza, la cucina – che rimane il cuore dell’ambiente domestico – non è più solo destinata alla preparazione e al consumo dei pasti, ma diventa un’area di “appoggio” per le svariate attività quotidiane: dal fare colazione al mattino al lavorare in remoto in tutta comodità.

Per creare uno spazio cucina davvero smart e funzionale, la scelta degli arredi, la disposizione, l’organizzazione dei piani di lavoro e delle aree di cottura e lavaggio sono di fondamentale importanza. In risposta a queste esigenze, Ernestomeda propone soluzioni pratiche senza rinunciare alla componente estetica con “chicche di design” che strizzano l’occhio ai più giovani.

Monoblocco cottura/lavaggio Dual e piano cottura Gourmet                                

Dotato di un piano cottura con comandi frontali, il monoblocco cottura/lavaggio Dual si caratterizza per la continuità materica tra l’area lavaggio e la zona cottura. La vasca lavello è realizzata infatti nello stesso materiale del piano, mentre per il piano cottura è possibile scegliere tra diverse tipologie di incasso. Disegnato dall’architetto Giuseppe Bavuso e disponibile da incasso o saldato con comandi integrati o sul bordo frontale del piano di lavoro, il piano cottura Gourmet nasce dall’idea di realizzare un piano cottura tradizionale, dotato di una griglia continua in grado di fungere anche da piano d’appoggio. Le griglie in ghisa rappresentano un perfetto mix di praticità ed eleganza, sono durevoli e resistenti come quelle delle cucine professionali e creano un percorso geometrico e funzionale che consente di adagiare pentole e tegami di ogni dimensione in equilibrio sui fuochi. Gourmet è caratterizzato inoltre da bruciatori a fiamma stabilizzata, in grado di ottimizzare i consumi energetici e ridurre le emissioni di sostanze tossiche di oltre il 50% rispetto a quanto stabilito dalle attuali normative, e si presenta come soluzione ideale anche per la cottura wok, per la gioia dei più giovani. In alternativa ai fuochi tradizionali, Gourmet è disponibile anche con piano cottura a induzione, caratterizzato da una serigrafia unica nel suo genere, anch’essa disegnata da Giuseppe Bavuso, che richiama il motivo delle griglie continue del piano cottura a gas.

Piani di lavoro minimal e raffinati

La rivisitazione del modello One di Ernestomeda propone piani di lavoro e aree destinate a cottura e lavaggio minimal e raffinati, orientati verso la massima funzionalità e volti ad appagare i sensi del tatto e della vista, grazie a giochi di texture, forme nette e contrasti materici decisi. La dualità dei volumi è la vera protagonista, espressa nel dialogo tra gli spessori delle zone lavaggio e cottura e nei rimandi tra essenze e materiali più tecnici che rendono il disegno della cucina dinamico e carismatico. La composizione ritratta in foto è lineare ed è studiata per valorizzare la luce naturale e l’ampiezza degli spazi grazie alla presenza di un piano di lavoro in laminato Sahara Noir Elite e basi in laminato opaco Incenso; le basi e il piano di lavoro sono rifiniti in Fenix Grigio Etna, finitura esclusiva Ernestomeda. La struttura a isola in cui sono presenti il piano di lavoro e la zona cottura e lavaggio rende l’ambiente ricercato e accogliente, anche grazie al dialogo tra cromatismi e finiture di pregio, creando una composizione perfetta per rispondere all’esigenza di convivialità.

Ergonomia esemplare

Le diverse configurazioni del modello di cucina Obliqua di Ernestomeda danno vita a spazi in cui equilibrio e innovazione si fondono. Il connubio tra volumi essenziali, trame, materiali e la cura artigianale per i dettagli contraddistinguono gli elementi funzionali della cucina, come la zona cottura e la zona lavaggio. Le due aree di lavoro sono legate da una continuità cromatica grazie all’impiego di un’unica tonalità per top, gole, ante e zoccoli nella prima composizione di Obliqua. L’accogliente tavolo Snack, al centro della seconda composizione, unisce armonicamente le due zone separate ma speculari, donando un’ergonomia esemplare e funzionale al corpo cucina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here