L’uomo in terza fila di Paolo Saccani, romanzo psicologico dai contorni noir

4693

Un romanzo ricco di mistero, un noir erotico che parla di sentimenti buoni e cattivi.
L’uomo in terza fila di Paolo Saccani è un’opera prima, edizioni BookTribu

Un romanzo ricco di mistero, un noir erotico che parla di sentimenti buoni e cattivi. L’uomo in terza fila di Paolo Saccani è un’opera prima, edizioni BookTribu, in libreria dal 23 marzo, una storia in cui opposti sentimenti spesso si mescolano senza la diretta volontà dei personaggi, travolti da emozioni e passioni così forti da far perdere loro il controllo e la lucidità.

Greta ha tutto ciò che si potrebbe desiderare: una bellezza sconvolgente, una carriera in piena ascesa, un talento ineguagliabile, un marito che la ama profondamente e che farebbe qualsiasi cosa per lei; ma tutto questo non le basta, non è felice, sente che le manca qualcosa, anche se non vuole ammetterlo. Un uomo seduto in terza fila contribuirà a sgretolare il suo precario castello di carta, osservandola nella penombra, protetto da una maschera, e ogni parte della sua vita sarà messa in discussione. Greta inizierà a vivere un rapporto clandestino, caratterizzato da incontri segreti e intensa passione erotica. Nel frattempo, un tragico avvenimento sconvolgerà l’intera compagnia teatrale, portando la polizia a indagare su diverse piste possibili.

In un potente intreccio alchemico tra noir, thriller ed erotismo, la trama si arricchisce di colpi di scena, fino a rivelare il mistero che si cela dietro l’uomo in terza fila. Il romanzo di Paolo Saccani entra nei risvolti della psicologia femminile, per parlare di donne e di uomini, dell’amicizia, dell’amore e delle pieghe oscure della nostra mente.

Sulla genesi dell’opera, l’autore spiega: “ L’uomo in terza fila nasce da un’immagine apparsa nella mia testa in una notte d’inverno: un uomo e una donna, sconosciuti, che incontrano i loro sguardi in un contesto a dir poco improbabile. C’è un mistero, una tragedia, una zona oscura in cui la trama si getta e da cui sorgono le ombre misteriose delle mezze verità, dei desideri celati, delle ossessioni, del destino. Ho scritto questo romanzo di getto, i personaggi, la trama ei colpi di scena sono nati e si sono evoluti durante la stesura, in modo spesso casuale, come casuale è ciò che accade, nostro malgrado, nella vita reale. Il lettore faticherà a sciogliere gli enigmi della trama, perché l’ho scritta lasciando che i personaggi stessi ne condizionassero lo svolgimento”.

L’uomo in terza fila sarà presentato al pubblico sabato 1 aprile alle 10.30 ai Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia in via Emilia San Pietro, 44c. L’autore dialogherà con Eliselle (Elisa Guidelli) scrittrice, sceneggiatrice e giornalista italiana.

L’autore. Paolo Saccani nasce a Parma il 23 marzo 1971. Vive a Campegine, un tranquillo paese tra le città di Reggio Emilia e Parma. Dopo il diploma come perito informatico, si iscrive alla facoltà di Ingegneria, dalla quale fugge dopo un solo anno in favore della più amata Giurisprudenza. Si sostiene durante gli studi universitari svolgendo le più svariate attività, compreso un impiego pubblico, finché nel 2001 fonda la sua prima società di comunicazione e marketing, dalla quale si stacca nel 2016 per proseguire nel settore come libero professionista. La sua innata passione per il cinema e la musica lo porta a collaborare alla stesura di testi e sceneggiature. Nell’estate 2022 fonda una casa di produzione cinematografica indipendente. Alla fine del 2021 scrive il suo primo romanzo, L’uomo in terza fila.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here