Protezione civile e lotta attiva agli incendi boschivi

321

Si rinnova la collaborazione per la protezione civile e la lotta attiva agli incendi boschivi tra la Regione Marche e il Ministero dell’Interno dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile. A siglare il documento, l’assessore alla Protezione Civile Stefano Aguzzi, il Prefetto Darco Pellos e il Direttore Antonio La Malfa.

“Consolidiamo la collaborazione per garantire costantemente la massima sicurezza dei cittadini sull’intero territorio regionale” ha dichiarato l’assessore Aguzzi che ha espresso soddisfazione per la convenzione che ritiene “preziosa e necessaria in quanto permette di attivare tutti gli strumenti idonei a protezione pubblica e dell’ambiente. E’ solido il raccordo con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco – aggiunge – ai quali la Regione riconosce un ruolo fondamentale nelle attività di prevenzione dei rischi e competenze specifiche negli interventi di soccorso tecnico urgente e nelle attività di estinzione degli incendi”. 

L’obiettivo della convenzione è rafforzare e rendere sempre più moderno, efficiente e diffuso il sistema di soccorso pubblico e di protezione civile nel territorio regionale in relazione al ruolo e alla presenza qualificata delle forze istituzionalmente preposte agli interventi di soccorso urgente conseguente a calamità.

La collaborazione negli ambiti dell’antincendio boschivo, della protezione civile e quanto attiene alla sicurezza dei cittadini e del territorio si fonda sui Programmi Operativi Annuali/Pluriennali (P.O.A./P.) che riguardano il concorso dei Vigili del fuoco mediante l’utilizzo di risorse umane e strumentali, terrestri ed aeree, il coordinamento e la direzione delle operazioni di spegnimento con l’impiego di mezzi aerei.

E’ previsto il supporto continuativo dei Vigili del fuoco, con personale appositamente qualificato, per lo svolgimento delle proprie funzioni in Sala Operativa Unificata Permanente (S.O.U.P.), nelle Sale Operative Integrate di Protezione civile e la collaborazione nelle attività di formazione e informazione, di addestramento ed esercitazioni congiunte per migliorare la risposta emergenziale, anche attraverso il coordinamento del personale volontario in attuazione del Codice di Protezione civile. La partecipazione congiunta a progetti, anche internazionali, di ricerca e sperimentazione e ai programmi di collaborazione Interregionale e in commissioni o organi collegiali regionali in materia di pianificazione e lotta agli incendi boschivi e di protezione civile. L’apertura di presidi stagionali VV.F. legati a rischi specifici come presidi terrestri per aree protette, presidi acquatici costieri, per periodi di maggiore afflusso turistico e di distaccamenti volontari o presidi rurali. E’ possibile inoltre, la realizzazione di ogni ulteriore collaborazione tra la Direzione Regionale VV.F. Marche e la Regione Marche — Direzione Protezione Civile e Sicurezza del Territorio, finalizzata al miglioramento sul territorio regionale del servizio di soccorso tecnico urgente per garantire una efficace tutela della incolumità dei cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here