Nove minibus elettrici ad Ancona entro il 2026

270

Entro il 2026 arriveranno nelle strade del capoluogo marchigiano nove minibus elettrici, destinati al trasporto dei cittadini dorici. I primi sei saranno consegnati già il prossimo anno. La nuova flotta ecologica sbarcherà ad Ancona grazie ai fondi del Next Generation Eu per il “Rinnovo flotte bus e treni verdi” dei comuni italiani.

 

A produrli sarà la Pmi innovativa Green Vehicles Srl, vincitrice del bando di gara indetto dal Comune di Ancona, in collaborazione con l’azienda Ristè Srl di Jesi. L’appalto – dal valore di 3,045 milioni di euro – prevede la fornitura di due lotti differenti. Verranno prodotti sei minibus elettrici da 6,30 metri con a disposizione 22 posti e tre veicoli di dimensioni maggiori, tra i 6,30 e i 9 metri, in grado di trasportare fino a 28 passeggeri.

 

“Questi minibus elettrici – spiega Enrico Cappanera, General Manager di Green Vehicles – supportano efficacemente enti locali e aziende nella transizione verso una mobilità sostenibile. Una soluzione semplice che consente di sostituire veicoli esistenti con mezzi più rispettosi dell’ambiente. Notevoli saranno anche i vantaggi in termini di costi di esercizio. Consegneremo il primo mezzo a giugno del prossimo anno”.

 

I veicoli ad impatto ambientale zero, elettrificati da Green Vehicles e allestiti da Ristè, saranno tutti a disposizione del Comune di Ancona entro i prossimi due anni. Saranno dotati esclusivamente di un motore elettrico, alimentato da un pacco batterie al litio: questo consentirà di eliminare totalmente la presenza del tradizionale motore termico diesel. I mezzi, con un’autonomia di oltre 200 km, saranno dotati di una colonnina di ricarica dedicata e degli equipaggiamenti necessari al trasporto pubblico: aria condizionata, diagnostica di bordo, retrocamera, ingresso ribassato per persone diversamente abili e controllo di tutti i parametri di funzionamento da remoto. La trasformazione dei veicoli sarà coordinata dall’ingegnere Ludovico Basilici Menini, nominato Project Manager dell’appalto.

 

“Questa soluzione risulta essere la più efficace nel contrastare le emissioni dei trasporti tradizionali con motori termici diesel e benzina – sottolinea Enrico Federici, Amministratore della Green Vehicles – che rappresentano circa un quinto delle emissioni totali dell’Unione Europea. Per questo motivo cresce l’interesse per i nuovi sistemi di mobilità pulita, che permettono una riduzione significativa di anidride carbonica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here