In arrivo la “Green Night”

221

Al Teatro La Nuova Fenice di Osimo, giovedì 1 febbraio,  sarà di scena l’originale serata per l’informazione ambientale con il conduttore Alvin Crescini, giochi e duelli multimediali,   le creazioni di eco-fashion del Laeng Meucci e l’illustrazione del nuovo sistema di controllo elettronico dei conferimenti dell’indifferenziato

 

 

Si alza il sipario sul futuro sempre più pulito  della città di Osimo. In occasione dell’inaugurazione del nuovo sistema di tariffazione puntuale con il controllo elettronico dei conferimenti dell’indifferenziato nel centro storico l’Amministrazione comunale della città dei senza testa, promuove la prima serata per l’informazione ambientale a chiusura dell’omonima campagna per la promozione di una buona pratica che vede Osimo ai primi posti su scala regionale con percentuali che superano il 76,6%.

Una vera e propria “Green Night”, sarà di scena, giovedì 1 febbraio,  al Teatro La Nuova Fenice a partire dalle 21, con  una serata dell’informazione e della consapevolezza  ecologica, condotta da Alvin Crescini, da decenni impegnato  in progetti di communication design per la sostenibilità.

Durante l’originale iniziativa,  gustosi quiz, esilaranti rompicapo,  duelli digitali all’insegna del buon umore,  disegneranno la divertente traiettoria del  Green game,  l’innovativo metodo per imparare (giocando) a rispettare il circostante. Suggestivo sarà  l’originalissimo connubio tra moda e ambiente che vedrà sfilare  abiti green oriented, confezionati all’insegna della circolarità e del riuso. Una finestra  dedicata  alle nuove frontiere dell’abbigliamento consapevole  con creazioni pregevoli  firmate dalle allieve dell’ISS Laeng Meucci di Osimo Castelfidardo.

Nel corso della serata, gli interventi del sindaco Simone Pugnaloni, dell’Assessora all’Ambiente Michela Glorio e di alcuni dei migliori tecnici di Astea Spa, illustreranno le principali novità per il conferimento del secco indifferenziato: la tessera utente, ossia l’eco-card, ritirabile  direttamente  a teatro dagli utenti del centro storico e le nuove isole ecologiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here