L’assessore Antonini lancia le Marche alla Bit come regione del benessere e della qualità della vita

330
Andrea Maria Antonini

“Siamo qui alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano per lanciare un messaggio forte e chiaro: le Marche sono la regione del benessere e della qualità della vita. Parliamo di un benessere  sia fisico e psicologico fondato sulla sostenibilità ambientale e sulla biodiversità. Pensiamo infatti che le Marche abbiano tutte le condizioni ideali per poter veicolare questa immagine ispirata ad una sorta di nuovo concept: venire nelle Marche significa scegliere una regione antistress dove tutto è a misura d’uomo, dove si mangia e si beve bene. Parliamo di cibi  e vini sani e genuini. Sono proprio la promozione e la valorizzazione dei nostri prodotti enogastronomici il miglior  volano per narrare le Marche, perché dietro ogni piatto, ogni vino, dietro ogni birra artigianale c’è la storia del territorio, la storia di una famiglia, di una generazione, di un Comune. Questi sono gli asset che ci siamo posti di raggiungere rivolgendoci sia al mercato italiano che quello estero molto sensibile su queste tematiche”.

Queste le parole dell’assessore all’Agricoltura e alle Attività produttive Andrea Maria Antonini, protagonista degli incontri nell’Auditorium dello stand Marche dedicati al Benessere e all’Enogastronomia. Nel corso dell’approfondimento è stata ricordata la sua proposta di legge ‘Iniziative finalizzate alla valorizzazione delle Marche come terra del benessere e della qualità della vita’. Il provvedimento si basa sulla strategia europea ‘From farm to fork‘ e sul piano d’azione europeo ‘One health’ che incoraggiano uno sviluppo armonico e sostenibile dell’essere umano, della natura e dell’ambiente, promuovendo stili di vita sani e consapevoli. La proposta di legge punta ad un approccio interdisciplinare, coinvolgendo diversi settori tra cui l’alimentazione, la filiera agroalimentare, la salute, il welfare, l’industria, l’ambiente, il turismo, la cultura, lo sport, l’istruzione e la formazione.

Prova della forza del messaggio che la Regione vuole mandare il pienone registrato anche oggi nell’area degustazione dove l’Unione Cuochi Marchigiana ha proposto il classico menù della domenica marchigiana con i vincisgrassi e la faraona accompagnati come sempre dalle migliore etichette del territorio.

Menù della Tradizione Unione Regionale Cuochi Marche

Unione Regionale Cuochi Marche è presente alla Bit 2024 con Luca Santini Presidente URCM, Simone Baleani Vice Presidente URCM, Paolo Paciaroni Presidente cuochi Macerata e parte della squadra del Team Cuochi Marche Giacomo Santini, Gianmarco Di Girolami e Sergio Vitaloni. Presenti anche gli studenti di cucina, sala e ricevimento degli alberghieri di Senigallia e Pesaro. I piatti che verranno serviti sono Vincisgrassi alla Maceratese stg, Faraona in minestra di caccia alla Rossini e 3 dessert: Crik crok con riso soffiato, Ganache montata al cioccolato fondente caffè e Varnelli; Cheese cake cotta, spuma al mascarpone e fragola; Quadratino Rainbow di Bavarese alla vaniglia, gel mango e passion fruit, biscotto morbido limone e mandorla.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here