Il Comune di Ancona aderisce con un menù speciale amico dell’ambiente alla Green Food Week 

223

Con la consapevolezza dell’impatto ambientale che l’alimentazione ha sul pianeta e sulla salute, anche quest’anno il Comune di Ancona aderisce con un menù speciale amico dell’ambiente alla Green Food Week organizzata da Foodinsider dal 5 al 9 febbraio, per incoraggiare le mense italiane a offrire un cibo amico del pianeta con menù più sostenibili. L’iniziativa, promossa da Foodinsider, si lega a M’illumino di meno del programma Caterpillar di Rai Radio2 e coinvolge moltissime mense, dal nord al sud Italia.

Nei menù proposti nella settimana green viene privilegiato il consumo di prodotti locali, biologici e di alimenti a basso impatto ambientale con piatti a base di legumi e miglio a cui le Nazioni Unite hanno dedicato l’anno 2023.

L’iniziativa di Ancona

In occasione di questo evento di sensibilizzazione domani, giovedì 8 febbraio, il Comune di Ancona proporrà a tutti gli alunni delle scuole cittadine un menù a base di risotto con zucca gialla biologica filiera corta, crostini di pane integrale biologico filiera corta con hummus di ceci biologici, finocchi biologici filiera corta in insalata, frutta di stagione biologica.

“Queste giornate – spiega l’assessore alle Politiche educative Antonella Andreoli – sono l’occasione per sedersi idealmente attorno a un tavolo dove i commensali di mense scolastiche, universitarie e aziendali, associazioni e medici pediatri, si uniscono con azioni concrete per proteggere l’ambiente. Questa scelta vuole contribuire significativamente a ridurre l’impatto dell’alimentazione sul clima perché, come tutti gli studi scientifici confermano, il sistema alimentare genera più di un quarto di tutte le emissioni di gas serra del pianeta. La Green Food Week mira a costituire una comunità dipersone, enti e Comuni che vogliono condividere conoscenze e mettere in campo azioni concrete per ridurre l’impatto ambientale del cibo. Per aumentare questa consapevolezza si può cominciare da un gesto semplice e bello, come quello del mangiare insieme”.

Il ritorno alla dieta mediterranea

La Green Food Week è, di fatto, l’occasione per ritornare alla dieta Mediterranea dove i legumi sono i protagonisti del pasto, il cibo è stagionale e locale, prodotto con tecniche che preservano la fertilità del suolo (biologico) e quindi creano le condizioni per avere una migliore qualità del cibo, evitando sprechi alimentari.

L’ampia adesione alla Green Food Week con più di 150 Comuni e 60 università dimostra come stia aumentando la sensibilità verso un’alimentazione a basso impatto ambientale, da parte di tutti, grandi e piccoli.

Le azioni dell’Assessorato alle Politiche educative

L’Assessorato alle Politiche Educative vuole contribuire attivamente nel promuovere i valori di sostenibilità e lo fa anche attraverso la ristorazione scolastica che coinvolge circa 3200 alunni degli Istituti Comprensivi di Ancona.

Per promuovere i valori della Green Food Week sono stati messi a disposizione delle scuole materiali a supporto della didattica per aiutare gli insegnanti a spiegare e diffondere il significato di un’alimentazione sana e sostenibile con un linguaggio semplice e comprensibile ai bambini.

“Scegliere cosa mangiare – conclude l’assessore – può ridurre l’impronta ambientale personale, ma farlo insieme a tante persone che mangiano in mensa ha un impatto significativo sul clima, perché può stimolare la condivisione di un’etica con un profondo valore conviviale. Ecco perché per il Comune di Ancona la Green Food Week è un’occasione importante”.

La Green Food Week sarà tracciata sui social con #greenfoodweek24.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare: Ufficio Ristorazione Scolastica tel. 071.2225070

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here